Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Digitalizzazione della burocrazia


Consolati e pratiche amministrative a portata di click per gli svizzeri all'estero







 Altre lingue: 5  Lingue: 5

Iscriversi nel registro degli svizzeri all’estero, notificare cambiamenti nello stato civile o di indirizzo: in qualunque posto del mondo si trovino, i cittadini elvetici espatriati possono ora consultare e gestire i propri dati online, in modo facile e sicuro. Il nuovo sportello virtuale sul sito del Dipartimento federale degli affari esteri  consente infatti di accedere direttamente a numerose prestazioni consolari. L'Organizzazione degli svizzeri all’estero si rallegra di queste innovazioni.

Quando vogliono, dove vogliono: grazie allo sportello online gli svizzeri all'estero possono ora registrarsi e accedere molte prestazioni consolari tramite il web. (Keystone)

Quando vogliono, dove vogliono: grazie allo sportello online gli svizzeri all'estero possono ora registrarsi e accedere molte prestazioni consolari tramite il web.

(Keystone)

"Lo sportello online è una richiesta di lunga data della nostra organizzazione", ricorda la direttrice dell'Organizzazione degli svizzeri all'estero (OSE) Ariane Rustichelli. "Le prestazioni offerte dallo sportello unico online consentono di rimediare parzialmente al deficit di servizi conseguente al crescente numero di chiusure di consolati", osserva.

La direttrice dell'OSE rileva inoltre che "il fatto che gli utenti stessi possono aggiornare direttamente i propri dati con informazioni corrette permette l’invio della  Schweizer Revue/Revue Suisse [l’equivalente della Gazzetta Svizzera, NdR.] sia in versione elettronica che in versione cartacea".

 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)

In una nota pubblicata ieri, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) preannuncia che lo sportello online per la Quinta Svizzera "prossimamente sarà collegato con gli uffici dei Comuni in Svizzera e potrà registrare elettronicamente partenze e arrivi". Inoltre il DFAE "intende ampliare ulteriormente l’offerta di prestazioni".

"Prestazioni consolari soggette a spese, possono essere ordinate da subito via Internet e poi pagate tramite ePayment, con la carta di credito o la Postcard", si precisa nel comunicato.

Per garantire la protezione dei dati, "l’accesso allo sportello online sarà possibile solo attraverso una certificazione a due fattori, usando un nome utente/una password e un codice inviato tramite SMS oppure attraverso la SuisseID, lo standard svizzero per l’autenticazione sicura e la firma elettronica in Internet".


(Traduzione dall'inglese e adattamento: Sonia Fenazzi)

×