Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Archeologia Coira, una delle città più antiche del mondo?

coira

Nel 1998, durante i lavori per la costruzione di un parcheggio sotterraneo, degli operai hanno scoperto a Coira tracce di attività umana risalenti a circa 11'000 anni avanti Cristo.

(Bill Harby)

Il capoluogo del canton Grigioni sostiene di avere almeno 11'000 anni. Se fosse vero, la città sarebbe vecchia almeno quanto Gerico, ritenuta il più antico insediamento al mondo abitato ininterrottamente. Ma la rivendicazione di Coira ha basi solide?

Se visitate per la prima volta la città vecchia di Coira, seguite questo consiglio: tenete la mappa in tasca e perdetevi. Vagate lungo i vicoli sinuosi, chiusi al traffico, e vi imbatterete in edifici antichi stupendamente conservati, con le facciate dipinte ricche di dettagli, le corti nascoste, le porte e gli orologi finemente decorati. Troverete anche la chiesa di San Martino, costruita nel XV secolo sui resti di una chiesa di epoca carolingia, menzionata per la prima volta nell’800 d. C. All’interno potrete ammirare le vetrate di Augusto Giacometti.

Altre affascinanti testimonianze del passato si possono vedere anche nel Museo reticoLink esterno. La città vecchia è inoltre sede di tanti piccoli caffè, negozi e alberghi. Le case più antiche sono quelle sopravvissute al grande incendio del 1464, che ha distrutto buona parte degli edifici.

Ma Coira risale a millenni prima, almeno se si vuole prestare fede al locale ufficio del turismoLink esterno. Nel 1998, degli operai addetti agli scavi per un nuovo parcheggio sotterraneo hanno rinvenuto reperti archeologici risalenti a 11'000 o persino 13'000 anni fa. Per questo Coira è spesso chiamata «la più antica città della Svizzera». Sarebbe nata 2000 anni prima di Gerico.

Però all’altra estremità della Svizzera, nella città di Neuchâtel, gli archeologi hanno trovato tracce di presenza umana ancora più antiche, risalenti a quasi 15'000 anni fa. Neuchâtel tuttavia fa risalire più modestamente le sue origini all’anno 1011, quando per la prima volta è menzionato in un documento il suo nome latino «Novum Castellum».

Ma dunque Coira o Neuchâtel o un’altra città svizzera possono veramente pretendere di competere con Gerico?

È vero che Coira «ha fornito alcuni dei ritrovamenti archeologici più antichi del paese», conferma il professor Philippe Della Casa dell’Istituto di archeologia dell’università di Zurigo. Ma i reperti provengono «da accampamenti temporanei, non da insediamenti stabili».

Per essere considerato una «città», un insediamento deve rispondere a determinati criteri, spiega l’archeologo. Vale a dire che deve presentare le seguenti caratteristiche: «Amministrazione centralizzata, planimetria e architettura complesse, struttura sociale organizzata e artigianato specializzato». Secondo questi criteri, «Coira non è certamente la più antica città svizzera, tanto più che le città nascono nel nostro paese solo nell’età celtica del ferro, a metà del primo millennio avanti Cristo».

Del resto anche i reperti più antichi trovati sulle rive del lago a Neuchâtel provengono da «campi nomadi di cacciatori-raccoglitori», spiega Marc-Antoine Kaeser, professore di archeologia a Neuchâtel e direttore del LaténiumLink esterno, il più grande museo archeologico svizzero, costruito nei pressi del sito dove questi reperti sono venuti alla luce. Nel parco che circonda il museo sono state ricostruite le case «lacustri» degli uomini del neolitico che vi hanno vissuto dal 3810 a. C. Al suo interno, il Laténium ricostruisce 500 secoli di storia, a partire dall’uomo di Neanderthal.

La città vecchia riserva belle sorprese a ogni angolo.

(Bill Harby)

Marc-Antoine Kaeser ricorda che gli insediamenti neolitici più antichi identificati in Svizzera si trovavano nella valle del Reno e nella città di Bellinzona, sul versante meridionale delle Alpi. Ma «non si può dimostrare una presenza permanente che a partire dall’epoca romana».

Philippe Della Casa da parte sua suggerisce che dovremmo considerare Zurigo, Berna o Basilea le città più antiche della Svizzera. «Tutte queste località erano insediamenti fortificati già nella seconda metà del primo millennio avanti Cristo», ricorda.

Thomas Reitmaier concorda. Il direttore del servizio archeologico del canton Grigioni ritiene la questione «abbastanza delicata, ma generalmente la comparsa dei primi centri proto-urbani e urbani a nord delle Alpi risale al primo millennio a. C». È quindi «difficile determinare quale sia la città più antica della Svizzera».

E Coira?

«Le cose mi sembrano chiare: ci sono dei resti di accampamenti risalenti al primo periodo del paleolitico superiore (attorno al 12'000 a. C.) e primi insediamenti del neolitico (4500 a. C.), fino all’occupazione romana e alla fondazione di un villaggio, piuttosto piccolo». Ma per Thomas Reitmaier «non si dovrebbe parlare di città di Coira che a partire dal Medioevo». Le mura sono state costruite solo nel XIII secolo.

Questione interessante su cui riflettere, mentre si passeggia per i vicoli della vecchia Coira, il cui fascino è fuori discussione. La città è nel fiore degli anni…


Traduzione dall'inglese di Andrea Tognina, swissinfo.ch

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.