Il Tribunale regionale di Berna ha condannato sette spacciatori provenienti da vari Paesi africani a un totale di 49 anni e tre mesi di carcere.

La corte ha riconosciuto gli imputati colpevoli di gravi violazioni della legge sugli stupefacenti e in parte di riciclaggio di denaro. Secondo quanto si legge nella sentenza resa nota oggi, la pena più bassa è di 3 anni e 9 mesi di carcere, mentre quella più alta di 10 anni e due mesi.

Il caso riguarda un importante traffico di cocaina fra Paesi Bassi e Svizzera. La polizia bernese aveva individuato la rete nel marzo 2015, grazie ad un controllo effettuato su un veicolo dal quale sono emersi quattro chili di droga.

Allo stesso tempo sono stati rilevati casi simili in Romandia e sono state avviate indagini coordinate. La rete è stata in questo modo smantellata.

I condannati hanno fra i 34 e i 59 anni e si tratta di organizzatori, trasportatori e spacciatori. La sostanza stupefacente veniva portata in depositi a Berna, Vevey (VD) e Losanna e da lì distribuita. La maggioranza degli imputati si trova in detenzione preventiva. Contro la sentenza è ancora possibile fare ricorso.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.