Tutte le notizie in breve

Johann Schneider-Amman e il primo ministro Joseph Muscat

KEYSTONE/EPA/DOMENIC AQUILINA

(sda-ats)

Malta, che assumerà la presidenza dell'Ue nel primo semestre del 2017, appoggerà la Svizzera nelle trattative bilaterali con Bruxelles. È l'assicurazione ottenuta dal presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann al termine di una visita a La Valletta.

Schneider-Ammann, indica un comunicato del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca, si è incontrato oggi con il primo ministro Joseph Muscat, mentre ieri era stato ricevuto dalla presidente maltese Marie-Louise Coleiro Preca.

Nel corso dei colloqui ufficiali sono stati discussi le priorità del semestre di presidenza maltese e l'andamento dei colloqui tra Svizzera e Unione europea, in particolare per quanto riguarda l'immigrazione.

A tal proposito il presidente della Confederazione ha rilevato che l'obiettivo del Consiglio federale è di concordare con l'Ue una soluzione circa l'attuazione dell'articolo 121a della Costituzione, che prevede restrizioni alla libera circolazione mediante l'istituzione di contingenti e tetti massimi.

Malta, sottolinea il comunicato, ha chiaramente espresso la sua volontà di contribuire alla ricerca di una soluzione che tenga conto degli interessi di entrambe le parti.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve