Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Cabaret Voltaire, la nascita del dadaismo Un movimento artistico in risposta alla Prima guerra mondiale

A Zurigo nacque il dadaismo, un movimento artistico e letterario il cui scopo era lottare contro quei valori culturali che, secondo i dadaisti, avevano condotto alla Prima guerra mondiale. Tutto ebbe inizio nel febbraio 1916 nel Cabaret Voltaire, un locale nel centro storico di Zurigo. (SRF/Julie Hunt)

La Svizzera era un paese neutrale durante la Prima guerra mondiale e numerosi artisti europei vi cercarono rifugio. Tra loro Hugo Ball, il fondatore del Cabaret Voltaire.

I dadaisti pubblicarono libri e realizzarono quadri e sculture. Fu però attraverso attività ed eventi che il dadaismo espresse il suo vero spirito: spettacoli di cabaret, manifestazioni, dichiarazioni, prove di forza, distribuzione di volantini, piccole riviste, giornali e altre attività che oggi sarebbero definite un “teatro di guerriglia”.

Quando Hans Arp e Richard Huelsenbeck si unirono al gruppo, iniziarono a realizzare collage e sculture in legno. Gli artisti del Cabaret Voltaire non erano soltanto pittori, scrittori, ballerini o musicisti. La maggior parte si appropriò di diverse forme artistiche, abbattendo le frontiere che le distinguevano.

L’edificio del Cabaret Voltaire è stato restaurato con cura e trasformato in un museo. È un monumento ai dadaisti, le cui attività hanno avuto un’enorme influenza sullo sviluppo dell’arte del XX secolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.