I cittadini kosovari rientrati in patria potranno ricevere le rendite AVS e AI svizzere. Il Consiglio federale ha infatti approvato nella sua seduta odierna una convenzione di sicurezza sociale tra la Confederazione e lo Stato balcanico.

La nuova convenzione, che entrerà in vigore dopo il via libera di entrambi i parlamenti, corrisponde alle altre in materia di sicurezza sociale concluse da Berna e agli standard internazionali, informa il governo in una nota.

Essa coordina in particolare la previdenza per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità, in modo da evitare che i cittadini di un Paese vengano penalizzati o discriminati rispetto a quelli dell'altro.

Il trattato garantisce pertanto la parità di trattamento tra gli assicurati e prevede una clausola di assistenza reciproca nella lotta agli abusi assicurativi. Viene inoltre reso nuovamente possibile il versamento delle rendite ai cittadini del Kosovo residenti all'estero.

In effetti dal primo aprile 2010 la convenzione di sicurezza sociale conclusa a suo tempo con la Jugoslavia non viene più applicata con Pristina.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.