Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

All'iniziativa popolare "per la sicurezza alimentare" dall'Unione svizzera dei contadini (USC) va opposto un controprogetto diretto, secondo il Consiglio degli Stati.

KEYSTONE/ANTHONY ANEX

(sda-ats)

All'iniziativa popolare "per la sicurezza alimentare" dall'Unione svizzera dei contadini (USC) va opposto un controprogetto diretto.

Lo ha deciso oggi per 38 voti a 4 il Consiglio degli Stati, il quale ha raccomandato nel contempo a popolo e Cantoni di respingere la proposta di modifica costituzionale promossa dagli agricoltori.

Nel marzo scorso, durante la sessione primaverile delle Camere federali, il Consiglio nazionale si era espresso invece a favore dell'iniziativa.

Col suo testo costituzionale, i contadini chiedono alla Confederazione di rafforzare l'approvvigionamento della popolazione con derrate alimentari provenienti da una produzione indigena sostenibile. A tale scopo, le autorità federali devono adottare provvedimenti efficaci contro la perdita di terreni coltivabili.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS