CS colpevole di evasione fiscale in USA

Credit Suisse si è dichiarato colpevole di complicità in evasione fiscale negli Usa e ha accettato di pagare una multa di 2,8 miliardi di dollari (2,5 miliardi di franchi) alle autorità americane. Credit Suisse diventa così la prima banca negli ultimi 20 anni a dichiararsi colpevole di un reato negli Stati Uniti. La sanzione arriva al termine di un'indagine durata anni e che vede implicati anche altri 13 istituti svizzeri, la cui posizione rimane per il momento immutata.

Ultimi sviluppi