Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Turismo Tempi grami per il settore alberghiero svizzero

Gli indicatori segnano rosso per l'industria alberghiera svizzera. Secondo i dati dell'Ufficio federale di statistica (UST), il settore ha registrato 16,8 milioni di pernottamenti nel 1° semestre di quest'anno, ossia 199mila in meno (-1,2%) dello stesso periodo del 2015. La progressione del turismo indigeno non è riuscita a compensare integralmente il calo di clienti provenienti dall'estero. I pernottamenti degli ospiti italiani sono diminuiti lievemente.



L'aumento dei pernottamenti di clienti indigeni nei primi sei mesi del 2016 negli alberghi svizzeri rispetto al 1° semestre 2015 non è bastato per compensare il calo di quelli di ospiti provenienti dall'estero.

L'aumento dei pernottamenti di clienti indigeni nei primi sei mesi del 2016 negli alberghi svizzeri rispetto al 1° semestre 2015 non è bastato per compensare il calo di quelli di ospiti provenienti dall'estero.

(swissinfo.ch)

Secondo i dati dell'USTLink esterno, sono stati registrati 9,1 milioni di pernottamenti di visitatori esteri nei primi sei mesi del 2016. Ciò corrisponde a 234mila in meno (-2,5%) del corrispettivo periodo dell'anno scorso. L'evoluzione è contrastata a seconda dei paesi di provenienza. Ad esempio, gli ospiti provenienti dagli Stati Uniti hanno il più alto incremento in termini assoluti, con 44mila pernottamenti supplementari (+5,6%).

Ma il grande problema per l'industria del turismo è il calo significativo di clienti esteri che tradizionalmente sono numerosi negli alberghi elvetici. Da soli, quelli provenienti dalla Germania accusano un tonfo di 136mila pernottamenti (-6,8%). Il calo è significativo anche per gli ospiti provenienti dai paesi BRICS. Per esempio i cinesi (senza Hong Kong) segnano una contrazione di 80mila pernottamenti (-14,3%).

Quasi stabili i pernottamenti di clienti giunti dall'Italia, sesti nella classifica per paesi di provenienza, che si sono attestati a 436'804, vale a dire 681 in meno (-0,2%) del 1° semestre 2015.

(swissinfo.ch)

La diminuzione del numero di clienti esteri è stata parzialmente compensata da un'avanzata di quelli interni. Questi nel primo semestre 2016 hanno registrato 7,7 milioni di pernottamenti, pari a 36mila in più del primo semestre 2015.

Le cifre dell'UST mostrano che i villeggianti svizzeri hanno soggiornato meno in regioni in cui il terrorismo ha inciso negativamente sul turismo, come la Tunisia, privilegiando destinazioni europee, soprattutto nella penisola iberica.

(swissinfo.ch)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza