Tutte le notizie in breve

Quasi 300 persone sospettate di affiliazione all'Isis in Egitto dovranno comparire di fronte ad un tribunale militare con l'accusa di aver ordito un complotto per assassinare il presidente Abdel Fattah al Sisi.

Lo riferisce l'agenzia statale Mena. In particolare, 292 persone avrebbero avrebbero preso parte ad attentati terroristici e avrebbero progettato di uccidere al-Sisi ed il principe ereditario saudita Mohammed bin Nayef.

Un gruppo terrorista filo-Isis è attivo nella penisola del Sinai da alcuni anni, e si è reso protagonista di diversi attacchi soprattutto contro le forze di sicurezza egiziane.

Gli attentati hanno subito un'impennata dal 2013, proprio quando l'allora capo dell'esercito al-Sisi guidò il golpe per rovesciare il presidente eletto Mohammed Morsi, esponente dei Fratelli Musulmani.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve