Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Fonti della chiesa copta egiziana rendono noto che continua l'esodo delle famiglie cristiane da Al Arish, dopo le pesanti minacce dell'Isis e l'uccisione di sette copti nelle ultime tre settimane.

La Mezzaluna Rossa comunica che, in cooperazione con il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), ha messo a disposizione di quelle famiglie materiali di prima necessità per un valore di sei milioni di lire egiziane (circa 375'000 franchi). La notizia è stata confermata dal ministero per la solidarietà sociale.

Secondo la chiesa copta fino ad oggi le famiglie cristiane fuggite da Al Arish sono 133, per un totale di 548 persone. Numerose di queste hanno trovato alloggio ad Ismailia, mentre altre hanno raggiunto le città di Minya, Manfalot e di Assiut, nel sud. Altri alloggi sono stati predisposti dal governatorato di Dakahliya, nel delta del Nilo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS