Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Elezione storica Donne in Consiglio federale

Tra il 1848 e il 1984 lo Stato federale svizzero è stato governato esclusivamente da uomini. Il Parlamento elvetico ha eletto la prima donna al governo nel 1984. Con l’elezione di Karin Keller-Sutter e di Viola Amherd, l'Assemblea federale ha aperto le porte del governo all’ottava e nona consigliera federale.

Il suffragio femminile è stato introdotto in Svizzera solo nel 1971, ma le donne hanno dovuto aspettare altri 13 anni prima che una loro rappresentante fosse eletta nel governo federale. La prima donna in Consiglio federale è stata la liberale radicale Elisabeth Kopp, eletta nel 1984.

Tuttavia, la presenza femminile in governo procede a rilento. Dalla fondazione dello Stato federale nel 1848, la Svizzera ha avuto solo nove consigliere federali donne contro 110 consiglieri federali maschi.

Grafik Bundesrätinnen
(swissinfo.ch)


Il Consiglio federale è eletto in Svizzera dalle due camere federali in seduta congiunta (Assemblea federale). Le elezioni si svolgono ogni quattro anni a dicembre. Una nuova elezione può però avvenire anche in altri momenti, in caso di dimissioni di un membro del Consiglio federale.

In seguito alle dimissioni della consigliera federale Doris Leuthard (Partito popolare democratico) e del consigliere federale Johann Schneider-Ammann (Partito liberale radicale), entro la fine dell'anno dovevano essere occupati due nuovi seggi in Consiglio federale. 

Fine della finestrella