Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Elezioni federali Il nuovo Consiglio nazionale, più femminile e più vecchio

L’età media dei deputati eletti domenica è aumentata rispetto a quattro anni fa. Inoltre, la nuova camera bassa non aveva mai contato così tante donne. La proporzione femminile varia però fortemente da un partito all’altro. 

I 200 consiglieri nazionali hanno in media 50,3 anni. Quattro anni fa, invece, l'età media era di 49,3. La classe d'età più numerosa tra i membri della Camera del popolo è quella compresa tra 50 e 59 anni (20 donne e 56 uomini), un dato simile a quello del 2011. Crescono invece gli over 60: 40 contro i 28 di quattro anni fa. Per contro, la delegazione di deputati fra i 20 e i 29 anni si è dimezzata, passando da 8 nel 2011 a 4 quest’anno, stando a un calcolo effettuato dall’Agenzia telegrafica svizzera.

Il consigliere nazionale più vecchio, con 73 anni, è l’argoviese Maximilian Reimann (Unione democratica di centro). La più giovane è la neo eletta ginevrina Lisa Mazzone (Verdi), che ha 27 anni.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le donne sono 64, pari al 32% dei seggi. Le differenze sono però forti tra un partito e l’altro. I socialisti hanno la proporzione di donne più alta (25 deputate, pari al 58%). All’estremo opposto il Partito borghese democratico, che annovera una sola donna nella sua deputazione di sette parlamentari (pari a una proporzione del 14%), e l’Unione democratica di centro (11 donne su 65 seggi, 17%).

La rappresentanza femminile non è mai stata così elevata da quando alle donne è stato riconosciuto il diritto di voto e di eleggibilità nel 1971. Leggermente maggioritarie nella popolazione, le donne rimangono comunque sotto-rappresentate in parlamento. 

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per quanto concerne la composizione partitica del nuovo Consiglio nazionale, ricordiamo che ad uscire vincitrice dalle elezioni di domenica è stata soprattutto l'Unione democratica di centro. Il partito della destra conservatrice ha conquistato 11 seggi supplementari. A rafforzarsi pure il Partito liberale radicale, con tre seggi in più. 

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza