Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il franco si indebolisce ulteriormente: euro sfiora quota 1,16 (foto d'archivio)

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Sta proseguendo anche oggi la fase di indebolimento del franco, con l'euro che ha ormai superato anche quota 1,16 franchi.

La valuta europea nel tardo pomeriggio ha toccato 1,1605, aggiornando il suo massimo - risalente a martedì - dall'abolizione del cambio minimo nel gennaio 2015.

Stando agli analisti il movimento delle divise si spiega con il miglioramento della congiuntura dell'Eurozona. Inoltre mentre la Banca centrale europea sta preparando lentamente il terreno per rientrare dalla sua politica ultraespansiva, la Banca nazionale svizzera (BNS) rimane ancorata al tasso negativo di 0,75% e ritiene che la moneta elvetica abbia tuttora una valutazione elevata.

Il franco è sceso anche nei confronti del dollaro: il biglietto verde valeva nel pomeriggio fino a 0,9748 franchi. In questo caso pesano le decisioni rese note ieri dalla Federal Reserve, che ha annunciato il via al processo di normalizzazione di bilancio, lasciando nel contempo aperta la porta a un nuovo rialzo dei tassi di interesse entro l'anno.

In borsa il calo del valore del franco sta avendo un impatto su diversi titoli industriali: un dollaro più forte rende infatti più concorrenziali sul mercato mondiale i prodotti delle aziende elvetiche. La prospettiva di un rialzo dei tassi di interesse favorisce inoltre le azioni di banche e assicurazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS