Tutte le notizie in breve

In Georgia si vota per rinnovare il parlamento.

Keystone/AP/SERGEI GRITS

(sda-ats)

In Georgia si vota per rinnovare il parlamento. I 3'645 seggi elettorali si sono aperti stamattina alle 8 (le 6 in Svizzera) e si chiuderanno alle 20.

Secondo gli analisti, si tratterà di un vero e proprio duello tra il partito d'opposizione 'Movimento unito nazionale' dell'ex presidente filoamericano Mikheil Saakashvili e la coalizione al governo 'Sogno georgiano' dell'oligarca ed ex premier Bidzina Ivanishvili e dell'attuale premier Ghiorghi Kvirikashvili. I sondaggi danno entrambi i partiti attorno al 25% delle preferenze.

Alle elezioni parteciperanno comunque in tutto 25 movimenti politici. Un terzo partito che potrebbe raccogliere abbastanza consensi e' il 'Blocco lo Stato per le persone' del celebre cantante lirico Paata Burchuladze.

Saakashvili, il cui partito ha perso le elezioni parlamentari nel 2012, è ora ricercato in Georgia e su di lui si è abbattuta una sfilza di guai giudiziari. Vive in Ucraina, a Odessa, dove è stato nominato governatore della regione nel maggio del 2015 dal presidente ucraino Petro Poroshenko. I rapporti tra Saakashvili e il governo filo-occidentale di Kiev sono comunque tutt'altro che idilliaci. Il controverso Saakashvili - leader della Rivoluzione delle Rose del 2003 e poi presidente dal pugno di ferro - ha ottenuto la cittadinanza ucraina e gli è stata revocata quella georgiana, ma lui si dice deciso a tornare in patria, e tre giorni fa, durante una manifestazione di massa del suo partito a Tbilisi, è intervenuto in collegamento video dall'Ucraina promettendo di "attraversare il mare" se il suo 'Movimento unito nazionale' tornerà al potere.

Il suo rivale, Ivanishvili, non ricopre più nessun incarico istituzionale, ma è un personaggio molto influente ed è considerato abbastanza vicino alla Russia, dove ha molti legami d'affari. I rapporti tra Mosca e Tbilisi restano comunque tesi dalla guerra del 2008. Mentre lo scorso luglio è entrato in vigore un accordo di associazione tra Georgia e Ue che dovrebbe anche garantire vantaggi commerciali a Tbilisi. La situazione economica è però difficile e il miglioramento delle condizioni di vita è stato al centro della campagna elettorale. Restano piuttosto lontani invece gli obiettivi annunciati di entrare nella Nato e nell'Unione europea.

La vigilia del voto è stata caratterizzata da tensioni ed episodi di violenza. Domenica scorsa due persone sono state ferite a colpi d'arma da fuoco durante una manifestazione a favore dell'ex ministro della Difesa Irakli Okruashvili, anche lui candidato al parlamento, che ha accusato gli assalitori di essere legati a 'Sogno Georgiano'. Martedì invece un'esplosione ha distrutto l'auto di Givi Targamadze, un deputato alleato di Saakashvili.

Il parlamento georgiano è unicamerale ed è composto da 150 deputati. Il sistema elettorale è misto: 77 seggi sono assegnati col proporzionale con soglia di sbarramento al 5%, gli altri 73 in collegi uninominali.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve