La Svizzera rimane al primo posto mondiale per quel che riguarda la gestione patrimoniale, ma il vantaggio sulla concorrenza si assottiglia. È quanto mostra uno studio pubblicato oggi dall'ufficio di consulenza finanziaria Deloitte.

Sono in particolare Gran Bretagna e Stati Uniti a guadagnare terreno, così come alcuni importanti poli economici asiatici, viene spiegato nel "Deloitte Wealth Management Centre Ranking".

In Svizzera a fine 2017 venivano gestiti patrimoni per 1,84 bilioni di dollari. Si tratta di un calo di circa il 7% rispetto al 2010. Al secondo posto si piazza il Regno Unito, con 1,79 bilioni, una cifra pari ad un aumento del 9%. Negli Stati Uniti l'incremento è stato addirittura del 48% a 1,48 bilioni. Sommate, queste tre piazze finanziarie gestiscono il 60% del volume totale.

Non vanno però sottovalutati alcuni centri asiatici. Realtà in espansione come Hong Kong e Singapore, che negli ultimi sette anni hanno guadagnato rispettivamente il 122% e il 12%, approfittando dell'aumento dei patrimoni privati in Cina.

Perde invece nettamente terreno Panama (-67%), in particolare a causa dei "Panama Papers" emersi nel 2016 e nel 2017, sottolinea Deloitte.

Più in generale, lo studio di consulenza guarda con fiducia al futuro delle banche elvetiche. Gli istituti svizzeri si trovano infatti ancora ai vertici per quel che riguarda capacità concorrenziale e prestazioni. "Perfino i costi solitamente alti sono sotto controllo nel contesto dei risultati ottenuti", ha affermato Daniel Kobler, responsabile del settore Banking&Wealth Management, citato in una nota.

Fra il 2015 e il 2017 i margini di guadagno delle banche nella Confederazione sono aumentati del 18%. A questo si aggiunge la stabilità economica e politica del Paese, fattori che si trovano a un livello raggiungibile solo da Singapore, che però è in svantaggio per quel che riguarda la qualità del servizio e l'offerta digitale. Per molti clienti servizio e consulenza sono sempre più importanti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.