Tutte le notizie in breve

L'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) rafforza le esigenze di sicurezza delle centrali nucleari per inglobare gli incidenti che oltrepassano ciò che era previsto durante la loro concezione.

Gli insegnamenti tratti dall'incidente di Fukushima sono stati tenuti in conto, ha indicato oggi l'IFSN.

La nuova direttiva mira non solamente a colmare le lacune in alcuni regolamenti, ma anche a tenere conto di "incidenti che superano la base di progetto" (quando non può essere escluso che sostanze radioattive vengano rilasciate in dosi pericolose).

Questo tipo d'incidenti implica per esempio anche difetti dovuti a influenze esterne, come il caso con lo tsunami a Fukushima, secondo l'IFSN.

Inoltre, la nuova direttiva precisa concetti di sicurezza che non erano menzionati nella legge, come gli obbiettivi di protezione o la difesa in profondità.

La nuova regolamentazione permette anche un'armonizzazione con le esigenze internazionali. Quelle di sicurezza sulla concezione delle centrali si basano all'origine su quanto in vigore nel Paese del fabbricante.

Così, la regolamentazione per le centrali di Beznau (AG), Leibstadt (AG) e Mühleberg (BE) è calcolata su direttive americane, mentre quella di Gösgen (SO) risponde a delle direttive tedesche.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve