Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella sua seduta odierna, il Consiglio degli Stati ha:

PEDOPORNOGRAFIA - Il commercio professionale di fotografie e film che mostrano bambini nudi va punito anche se non mostrano esplicitamente organi sessuali o fanciulli in pose sessuali. È quanto chiede una mozione della consigliera nazionale Natalie Rickli (UDC/ZH) adottata oggi per 21 voti a 20 e 1 astenuto dal Consiglio degli Stati, grazie al voto decisivo del suo presidente Ivo Bischofberger (PPD/AI). L'atto parlamentare era già stato accolto dalla Camera del popolo lo scorso 3 di aprile.

- POLYCOM: approvato - con 40 voti contro 0 e 2 astenuti - un credito supplementare di 159,6 milioni di franchi per Polycom, la rete radio nazionale utilizzata dalle organizzazioni di sicurezza e di salvataggio di tutta la Svizzera. La Camera dei cantoni si è così allineata alla decisione presa dal Nazionale durante la scorsa sessione. Il dossier è pronto per le votazioni finali;

- SPAZIO AEREO: affossato tacitamente una mozione del Nazionale che chiedeva un rapporto sulla sicurezza dello spazio aereo svizzero. Il testo, adottato dalla Camera del popolo nel settembre 2015, chiedeva di elaborare un piano direttore a lungo termine. Nel frattempo tutta una serie di lavori sono stati avviati e un ulteriore rapporto non apporterebbe alcun plusvalore, ha detto Claude Hêche (PS/JU) a nome della commissione;

- TERRORISMO: affossato tacitamente una mozione del Nazionale che chiedeva più personale per il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC). Dal deposito del testo nel settembre 2015, 86 posti supplementari sono stati creati nell'ambito della lotta contro il terrorismo, di cui 23 presso il SIC, ha ricordato Isidor Baumann (PPD/UR) a nome della commissione;

- TERRENI DA CAMPEGGIO: respinto tacitamente una mozione del Nazionale, che incaricava il Consiglio federale di creare le basi legali affinché le organizzazioni giovanili possano acquisire in modo semplificato piazze d'esercizio e di tiro inutilizzate dell'esercito;

- FONDI DI COMPENSAZIONE: deciso all'unanimità di appoggiare il progetto di legge governativo che mira a fare chiarezza nella situazione dei fondi di compensazione. Una nuova istituzione di diritto pubblico dovrebbe amministrare i fondi dell'AVS, dell'AI e delle prestazioni IPG (indennità di perdita di guadagno). Il dossier va al Nazionale;

- PROTEZIONE DEL BAMBINO: approvato tacitamente il postulato di Daniel Jositsch (PS/ZH) che chiede al Consiglio federale di studiare la possibilità di estendere a tutta la Svizzera i progetti destinati a evitare che potenziali pedofili commettano abusi. Dal 2014, l'associazione "DIS NO" riceve aiuti finanziari per la realizzazione di un programma di informazione e di accompagnamento destinato a giovani e adulti che hanno un'attrazione per i bambini, ma che non hanno ancora compiuto abusi. Tale programma si fonda su esperienze fatte con il progetto tedesco "Kein Täter werden" (letteralmente "non diventare colpevole") ;

- APPARECCHI ACUSTICI: approvato - con 36 voti senza opposizione e contro il parere del Consiglio federale - una mozione del "senatore" Josef Dittli (PLR/UR) secondo cui le persone in età AVS che hanno bisogno di un apparecchio acustico devono poter essere rimborsate alla stessa stregua di coloro che sono al beneficio dell'AI. Secondo Dittli, le differenze dei rimborsi a seconda dell'assicurazione sono ingiuste e non più difendibili da un punto di vista sociale;

- BARRIERE CORALLINE; approvato tacitamente un postulato di Daniel Jositsch (PS/ZH) che chiede una migliore protezione dei pesci corallini. Il Consiglio federale è d'accordo di esaminare il problema. Le barriere coralline, indispensabili alla biodiversità, accolgono 4'000 specie di pesci, i quali sono gravemente minacciate non soltanto dal riscaldamento climatico e dall'inquinamento dei mari, ma anche dal commercio di animali e organismi destinati agli acquari;

- SORVEGLIANZA II PILASTRO: adottato tacitamente un postulato di Erich Ettlin (PPD/OW), che incarica il Consiglio federale di valutare se non sia opportuno dare istruzioni alla Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale, affinché non emani più direttive concernenti gli uffici di revisione. Secondo l'autore, tale commissione ha chiaramente oltrepassato il suo mandato legale e provocato un doppione inulte con l'autorità federale di sorveglianza della revisione ;

- DIRITTI CIVILI: deciso - con 35 voti senza opposizione - che le imprese non dovrebbero essere informate dall'Ufficio d'esecuzione se una persona non ha più i diritti civili che le consentano di concludere contratti. Il Consiglio degli Stati si è così allineato su questo dossier al Nazionale. Le informazioni personali resteranno di competenza dell'autorità che ha limitato i diritti civili di un individuo e quindi lo conosce. Essa potrà fornire spiegazioni circostanziate, cosa che l'Ufficio d'esecuzione non può fare. L'oggetto è pronto per le votazioni finali;

- CONVENZIONE ONU SU TRASPARENZA: approvato all'unanimità - come in precedenza aveva fatto anche il Nazionale - una convenzione dell'ONU sulla trasparenza. Essa chiede che gli arbitrati tra investitori e Stati siano in futuro più trasparenti, prendendo in considerazione anche aspetti ecologici e sociali. Il dossier è pronto per le votazioni finali;

- AUTONOMIA LOCALE: approvato - per 33 voti a 6 - l'adesione elvetica al Protocollo addizionale del Consiglio d'Europa alla Carta europea dell'autonomia locale. Quest'ultimo mira a tutelare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita comunale. La Svizzera già soddisfa i requisiti per l'adesione. Il dossier va al Nazionale.

- SCHENGEN/DUBLINO: approvato, con 36 voti a 3 e 1 astenuto, la partecipazione della Svizzera all'agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi di informazione degli accordi di Schengen e Dublino. Ribattezzata eu-LISA (anziché Agenzia IT), la nuova agenzia garantisce dal dicembre 2012 il funzionamento del sistema di informazione sui visti (VIS), della banca dati EURODAC e del sistema d'informazione Schengen (SIS).

Ordine del giorno del 7 settembre 2016 (08.15-13.00):

CONSIGLIO DEGLI STATI:

- Legge federale sul Tribunale federale. Ampliamento della cognizione sui ricorsi in materia penale (stralcio dal ruolo);

- Gestione dell'immigrazione (applicazione dell'iniziativa "contro l'immigrazione di massa") (divergenze);

- Cancellazione dei precetti esecutivi ingiustificati (divergenze);

- Atti dello stato civile e registro fondiario (disegno 2: entrata in materia);

- interventi parlamentari di competenza del DFGP.

ASSEMBLEA FEDERALE (dalle 11.00 circa):

- elezione della presidente della Confederazione per il 2017;

- elezione del vicepresidente del Consiglio federale per il 2017.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS