Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]
Live blog

Giornata storica al San Gottardo

Il 1° giugno 2016 è stata inaugurata la galleria di base del San Gottardo, che con i suoi 57 km è il tunnel ferroviario più lungo del mondo. Un momento storico che swissinfo.ch ha raccontato in diretta dai due portali della galleria.

16:30

Aspettando dicembre

Il prossimo appuntamento per gli appassionati del San Gottardo e di ferrovia in generale è fissato per il 4 e 5 giugno. Ai due portali della nuova galleria di base si svolgerà una grande festa popolare che dovrebbe attirare decine di migliaia di visitatori.

Un’occasione per scoprire la storia e il funzionamento del tunnel, visitare i centri di manutenzione e di pronto intervento delle Ferrovia Federali Svizzere (FFS), accedere ai padiglioni dedicati alla mobilità del futuro e partecipare a numerose attività.

Per viaggiare nella galleria più lunga del mondo bisognerà invece avere un po’ di pazienza. Le FFS hanno predisposto un treno speciale per il pubblico, soprannominato “Gottardino”, che circolerà (tutti i giorni salvo il lunedì) tra Flüelen, nel canton Uri, e Biasca, in Ticino, da agosto a novembre.

Sarà però soltanto alla fine dell’anno, e più precisamente l’11 dicembre, data di entrata in vigore del nuovo orario ferroviario, che la galleria di base del San Gottardo verrà aperta al traffico regolare. Grazie al nuovo traforo, il viaggio in treno sull’asse nord-sud verrà ridotto di mezz’ora.

16:15

Finiti i discorsi è l’ora del taglio del nastro

 (Keystone)
(Keystone)

Con un taglio simbolico del nastro, le Ferrovie federali svizzere sono entrate ufficialmente in possesso della galleria di base del San Gottardo. L’onore è spettato al presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann, a fianco della ministra dei trasporti Doris Leuthard e del CEO delle FFS Andreas Meyer. La cerimonia ufficiale a Pollegio si è conclusa con l’inno nazionale.

14:41

Una galleria invece di un muro

Di Daniele Mariani, dal portale sud del San Gottardo

Il tunnel di base del San Gottardo ha un "alto valore simbolico, del quale come Italia siamo molti grati alla Svizzera; in un momento in cui si costruiscono muri, oggi la Svizzera ha fatto una galleria di collegamento e di occasioni di incontro", ha detto il premier italiano Matteo Renzi ai microfoni della SSR durante il tragitto in treno attraverso la nuova galleria.

Per la cancelliera tedesca Angela Merkel, quello del San Gottardo “è un tunnel dall’alto valore simbolico”. Il Gottardo “è come un cuore, ora manca ancora l’aorta”, ha detto in riferimento al ritardo della Germania nel completamento dei raccordi alla linea del San Gottardo.

Nel suo discorso a Pollegio, il presidente francese François Hollande ha reso omaggio alla Svizzera, che può “essere fiera di quello che ha realizzato”.

“La Francia, che ha sempre avuto un’ammirazione per le grandi opere tecnologiche, oggi – ed è un fatto raro – si inchina davanti alla Svizzera” ha dichiarato. Hollande ha dato prova anche di una certa autoderisione, alludendo agli scioperi che paralizzano il suo paese, e parlando di “questa galleria dove fate circolare i treni a 200 km/h, ciò che di questi tempi anche in Francia è una bella prestazione”.

Su un piano più politico, il presidente della Repubblica ha ricordato che la vocazione di queste grandi opere è di avvicinare i popoli. “I grandi lavori sono sempre un simbolo di apertura, di libertà. La Svizzera ha fatto ben più di una galleria. Ha aperto una strada per il futuro dell’Europa. Oggi è in Svizzera che il sogno europeo si è trasformato in realtà”.

13:57

Renzi, Merkel ed Hollande al portale nord

Luigi Jorio, dal portale nord della galleria

 (AFP)
(AFP)

Tra gli invitati più attesi, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il premier italiano Matteo Renzi e il presidente francese François Hollande sono arrivati a Rynächt. Dopo essere stati accolti dal presidente della Confederazione Johann Schneider-Amman, e da decine di giornalisti, sono saliti a bordo del treno che li porterà a Pollegio, dall’altra parte del tunnel. Chissà come sta vivendo questo momento storico il presidente francese, sapendo che nel suo paese il trasporto ferroviario è in sciopero...

 (Keystone)
(Keystone)
 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)
 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)

13:45

Un marketing da «sogno »

Di Daniele Mariani, dal portale sud del San Gottardo

L’inaugurazione della galleria del Gottardo è una chance incredibile per la promozione dell’immagine della Svizzera. È quanto dichiara Nicolas Bideau, responsabile di Presenza Svizzera, l’organo che si occupa appunto di questo compito.

“Questa giornata è veramente un sogno per il marketing. Tutti parlano positivamente della Svizzera. È qualcosa di emozionante e ho un po’ l’impressione di vivere la Storai. Questi grandi lavori infrastrutturali sono essenziali per la Svizzera e per la sua immagine all’estero”.

13:17

I primi due treni attraversano il Gottardo

 (Reuters)
(Reuters)

Di Daniele Mariani, dal portale sud del Gottardo

I due primi treni inaugurali che hanno attraversato sono arrivati contemporaneamente alle 12.50 a Pollegio e Rynächt tra gli applausi delle persone presenti alla festa d'inaugurazione. A bordo ci sono i 1000 passeggeri estratti a sorte e due classi scolastiche.

13:15

Danza al nord

Luigi Jorio, dal portale nord della galleria

 (Reuters)
(Reuters)

Dopo il discorso ufficiale del presidente della Confederazione Johann Schneider-Amman, l’associazione Portal Kunst 57 ha inscenato lo spettacolo “Sacre del Gottardo” sotto la guida del noto regista Volker Hesse. Nel padiglione centrale di Rynächt si sono esibiti 350 artisti e acrobati, tra giochi di luce e rumori assordanti. Un’impressione di quello che poteva essere il frastuono nel tunnel durante i lavori di scavo.

A sud invece gli artisti hanno danzato anche al ritmo della "Montanara".

13:00

Un grande passo per la Svizzera e i suoi vicini

Di Luigi Jorio, dal portale nord della galleria

“Oggi è un giorno storico per il nostro paese. La galleria di base del San Gottardo è l’opera del secolo, a cui hanno partecipato diverse generazioni. Questo ci riempie tutti di orgoglio. Realizzare una tale opera non è evidente”, afferma il presidente della Confederazione Johann Schneider-Amman nel corso della cerimonia ufficiale di inaugurazione del nuovo tunnel a Rynächt.

“Il tunnel di base del San Gottardo rappresenta un collegamento più rapido attraverso le Alpi e avvicina il sud e il nord. È un grande passo per la Svizzera e anche per la gente nei paesi limitrofi. Avviciniamo popolazione ed economia. Il XXI secolo può anche essere il secolo dell’Europa”.

12:18

Il parlamento svizzero (quasi) in corpore a Pollegio

Di Daniele Mariani, dal portale sud della galleria

Circa 190 parlamentari - su 246 - hanno fatto la trasferta a sud delle Alpi per partecipare all'inaugurazione della nuova galleria del San Gottardo. Assieme a loro anche tre consiglieri federali, tra cui la ministra di giustizia e polizia Simonetta Sommaruga. Presente anche il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. La festa può cominciare. 

 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)

12:03

Adolf Ogi: una nuova politica dei trasporti

Di Christian Raaflaub, dal portale nord della galleria

 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)

Davanti al padiglione principale incontriamo Adolf Ogi, ex ministro dei trasporti svizzero. “L’opera è un atto solidale della popolazione svizzera per la protezione delle Alpi. In materia di ferrovia, è un grande salto verso una politica dei trasporti nuova e rispettosa dell’ambiente. Ed è un grande giorno per tutti quelli che vi hanno lavorato”, dice a swissinfo.ch.

“Per l’Europa si tratta dell’inizio di una nuova politica dei trasporti. La Svizzera riempie pienamente gli accordi internazionali che io stesso avevo firmato nel quadro dell’accordo sul traffico di transito. La Germania e l’Italia devono ancora costruire. Ma nemmeno noi abbiamo finito. Questa è la prima pietra miliare. Ora ci vogliono altri passi per una modernizzazione anche in Svizzera”.


11:25

Impieghi per l’Europa

Di Luigi Jorio, dal portale nord della galleria

Nell’incontro con i giornalisti prima dell’apertura ufficiale della galleria, il presidente della Confederazione Johann Schneider-Amman si rallegra della presenza di quattro capi di Stato e di governo alla cerimonia di inaugurazione. “Così sarà più facile mandare loro un messaggio chiaro”, sottolinea.

 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)

Grazie a un collegamento più rapido con i porti marittimi di Rotterdam e di Genova, il nuovo tunnel del San Gottardo “creerà sicuramente degli impieghi”, sostiene Schneider-Amman. La disoccupazione è infatti tra i problemi principali dell’Europa. “Mi aspetto che questa galleria dia un impulso. Non subito, ma nei prossimi anni e decenni. In questo senso, il tunnel ha già raggiunto il suo obiettivo”.


10:18

Pochi sorrisi e molti fucili

Di Luigi Jorio, dal portale nord della galleria

Computer portatile, zaino, borsa, telefono cellulare, giacca e ovviamente il contenuto delle tasche. All’entrata del perimetro al portale nord della galleria, a Rynächt, tutti gli oggetti personali vengono controllati. Come negli aeroporti, i visitatori devono passare attraverso un metal detector. E come negli aeroporti, gli addetti alla sicurezza sono poco propensi al sorriso.


 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)

Superato il punto di controllo, l’atmosfera sembra più rilassata malgrado la presenza di molti poliziotti che, fucile mitragliatore alla mano e cane al guinzaglio, sorvegliano la zona. Dal cielo proviene l’incessante rumore dei rotori di un elicottero dell’esercito. In totale sono 2'000 i militari dislocati per questa giornata di inaugurazione.


 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)


La "bonifica" prima dell'inaugurazione

09:00

A bordo del primo treno

Tra i momenti più significativi della cerimonia ci sarà il transito dei primi treni (uno da nord e uno da sud) attraverso la galleria. A bordo ci saranno 1'000 rappresentanti della popolazione svizzera estratti a sorte. Al concorso per l’assegnazione dei posti hanno partecipato oltre 140'000 persone.

08:00

Più di mille invitati

La cerimonia d’inaugurazione si svolge ai due portali della galleria: Rynächt/Erstfeld a nord e Pollegio/Biasca a sud. All'evento - per il quale la Confederazione ha investito 8 milioni di franchi - partecipano personalità svizzere e straniere.

Accanto ai sette ministri del governo elvetico, tra cui il presidente della Confederazione Johann Schneider-Amman, e a quasi tutti i deputati del parlamento nazionale, sono attesi i capi di Stato e di governo dei paesi limitrofi. Tra questi: il premier italiano Matteo Renzi, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese François Hollande. Assenti invece il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz.

In totale sono attesi 1'100 invitati e circa 300 giornalisti.

 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)