Il 62% dei ginevrini è favorevole alle dimissioni del consigliere di Stato Pierre Maudet, sotto inchiesta per presunta accettazione di vantaggi. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall'istituto demoscopico M.I.S Trend su mandato di RTS, Le Temps e Radio Lac.

L'indagine, resa nota oggi ed effettuata interpellando 1032 cittadini tra il 29 gennaio e il 5 febbraio, mostra come il 26% vorrebbe che Maudet restasse in carica, mentre l'11,5% si dice indeciso.

Le percentuali restano simili tra i sostenitori del politico e del suo partito. Il 61,5% delle persone che hanno votato per il membro dell'esecutivo alle cantonali dell'aprile del 2018 spera in un suo addio e il tasso sale a quasi il 65% fra gli elettori del PLR, si legge sul sito della RTS.

La motivazione più frequente fornita da chi si augura di vedere Maudet lasciare il governo cantonale è che questi ha mentito alla popolazione. Il 40enne aveva in effetti affermato il falso in merito a un lussuoso viaggio ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, nascondendo in un primo momento il fatto che la trasferta fosse stata finanziata da un principe ereditario locale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.