Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto un'inchiesta contro la banca privata ginevrina Lombard Odier, contro un ex impiegato dell'istituto e contro ignoti.

Il caso è legato a sospetto riciclaggio di denaro imputato a Gulnara Karimova, figlia maggiore dell'ex presidente uzbeko Islam Karimov.

L'inchiesta è stata aperta lo scorso 14 dicembre, hanno affermato oggi le autorità confermando informazioni apparse su "Bilanz". Il procedimento è stato avviato in seguito a elementi emersi durante l'indagine uzbeka.

La procura sospetta carenze nell'organizzazione interna della banca, a causa delle quali non è stato possibile impedire dei reati. Le autorità ricordano comunque che si parte da principio di non colpevolezza.

L'inchiesta originaria era stata avviata nel luglio 2012 contro quattro cittadini uzbeki che intrattenevano legami personali e d'affari con la figlia del presidente Islam Karimov, ex rappresentante permanente dell'Uzbekistan presso le Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali a Ginevra.

Nell'autunno 2013 il MPC aveva aperto un procedimento anche contro la stessa Gulnara Karimova. La giustizia elvetica ha inoltre provveduto a sequestrare oltre 800 milioni di franchi presenti in Svizzera.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS