Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Fondazione Beyeler Gerhard Richter, 60 anni di creatività artistica

La Fondazione Beyler dedica a Gerhard Richter la più vasta esposizione organizzata finora in Svizzera. Per la prima volta, i riflettori sono puntati su serie, cicli e spazi che hanno caratterizzato l’opera dell’artista tedesco. Aperta al pubblico fino al 7 settembre.

Nato a Dresda nel 1932, Gerhard Richter è considerato uno dei maggiori artisti del nostro tempo. In sessant’anni di attività artistica ha prodotto un corpus di lavoro eterogeneo per temi e stili.

Dagli anni Sessanta, Richter si è sempre confrontato con le serie, oltre che con le singole opere, come lo testimoniano i suoi primi dipinti foto-realistici e astratti, i lavori con specchi e vetro o i recenti cicli di stampe digitali.

Nel contempo Richter si è interessato alla relazione tra arte e architettura, realizzando più volte opere destinate a un luogo specifico. Nel corso dei decenni sono nati così molti cicli e spazi che in vario modo suscitano riflessioni sull’interazione tra un’immagine singola, l’insieme delle opere e lo spazio espositivo.

«Ho sempre desiderato che le mie immagini diventassero un ambiente o un’opera architettonica», ha dichiarato l’artista. L’esposizione è il frutto di una collaborazione tra Richter e il curatore svizzero Hans Ulrich Obrist.

(Immagini : Fondation Beyeler; Testo: swissinfo.ch )

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Contenuto esterno

Vivere e lavorare in montagna grazie a Internet

Vivere e lavorare in montagna grazie a Internet

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.