Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Marmotta alpina Un tenero roditore che appare sulle cartoline e sui piatti

Il suo musino si affaccia su cartoline che inteneriscono. Il suo grasso è utilizzato per pomate. In Svizzera, la marmotta è in parte mascotte, in parte rimedio medicinale. E per gli amanti della selvaggina… un pasto.

Membri della stessa famiglia degli scoiattoli, le marmotte alpine hanno zampe potenti e forti artigli che le aiutano a scavare le loro tane nelle aree montuose. Vivono in gruppi possono raggiungere 20 animali. I piccoli restano con i loro genitori e fratelli fino a circa tre anni di età, quando sono in grado di riprodursi. I simpatici roditori raddoppiano il loro peso in preparazione dell'ibernazione, che dura da inizio ottobre fino a metà aprile.

Oltre alle popolazioni di marmotte selvatiche nelle Alpi e nella regione del Giura, in Svizzera vivono colonie di marmotte in cattività, che si possono ammirare in parchi vicini a stazioni ferroviarie di montagna.

Gli escursionisti spesso sentono le marmotte prima di vederle. I roditori di sentinella fischiano freneticamente per avvertire il resto della colonia di ogni potenziale pericolo. Un lungo fischio segnala la presenza di un predatore in volo, come un'aquila. Una serie di fischietti indicano predatori a terra, come una volpe.

Una mostraLink esterno in corso al Museo nazionale svizzero a Zurigo cita la marmotta come uno dei quattro animali che maggiormente simbolizzano la Svizzera. L'esposizione documenta il caso di una marmotta tenuta come animale domestico e mostra anche esempi di preparati medicinali a base di grasso di marmotta. Normalmente venduti presso le farmacie svizzere, questi unguenti e olii sono utilizzati per alleviare dolori, gonfiori ed eruzioni cutanee.

Stagione di caccia

Le marmotte figurano pure sui menu di ristoranti che servono comuni piatti di selvaggina, come il cervo o il capriolo. Infatti, ogni anno in settembre e ottobre, i cacciatori abbattono migliaia di marmotte per controllare la loro popolazione in Svizzera. Come le volpi, i cervi e i camosci, le marmotte sono prede facili.

Ad esempio, a Zermatt ci sono troppe marmotte. Gli agricoltori si lamentano dicendo che questi animali scavano troppi buchi nei pascoli, causando disagi e pericoli. L'agenzia del turismo di Zermatt riconosce il conflitto, ma d'altra parte celebra la presenza di un migliaio di marmotte che vivono nei pressi del celebre villaggio ai piedi del Cervino.

Spezzatino di marmotta

Secondo il quotidiano svizzero tedesco Blick, il sapore della marmotta è simile a quello del coniglio. Ecco la ricetta del giornale per lo spezzatino di marmotta.

Ingredienti: una marmotta (pronta per la cottura e tagliata a pezzetti), cipolle, vino bianco, brodo, panna, rosmarino, sale, pepe.

Preparazione: Far saltare i pezzi di marmotta in padella ed eliminare il grasso. È importante ripetere tre volte questa operazione, consentendo alla carne di raffreddarsi tra le rosolature, altrimenti la carne ha un sapore veramente disgustoso. Poi rosolare la carne con le cipolle, condire, quindi aggiungere il vino, il brodo e la panna.

(Video: SRF/swissinfo.ch)

Speranza di vita: 15-18 anni in cattività

Peso: 3-8 kg a seconda del periodo dell'anno

Lunghezza: 42-54 cm, più 13-20 cm di coda

Alimentazione: radici, foglie, fiori erba ed erbe aromatiche

Habitat: regioni di montagna, pascoli subalpini tra gli 800 e i 3'200 metri di altitudine

Fine della finestrella

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano