Matrimoni, nascite, decessi: come in ogni altro paese lieti o tristi eventi e cambiamenti dello stato civile vanno notificati alle autorità. La competenza spetta agli uffici di stato civile.

La nascita di un figlio deve essere annunciata presso l'ufficio dello stato civile del luogo della nascita entro tre giorni dal parto. Se il bambino viene alla luce in un ospedale o in una clinica privata, l'amministrazione dell'istituto si incarica della notifica, mentre nel caso di un parto in casa questo compito spetta a un genitore, all'ostetrica, al medico o a un'altra persona che ha assistito al parto.

Se la madre o il padre non sono iscritti nel registro elettronico di stato civile del comune, l'ufficio dello stato civile richiede ulteriori documenti al fine di verificare l'identità dei genitori. In seguito presso lo stesso ufficio è possibile ottenere il rilascio dell'atto di nascita del bambino.

Il portale ch.ch offre informazioni più dettagliate sugli aspetti amministrativi riguardanti il tema della nascita, nonché la possibilità di accesso diretto online alle autorità competenti.

Se i genitori sono di nazionalità estera, la nascita di un figlio va annunciata anche presso l'ambasciata o il consolato del paese d'origine. Il sito del Dipartimento federale degli affari esteri propone un elenco delle rappresentanze estere in Svizzera.

Decessi

Ogni decesso deve essere annunciato presso l'ufficio dello stato civile del luogo di residenza, che esegue l'iscrizione nel registro di stato civile e rilascia l'atto di morte. Ogni caso di decesso deve inoltre essere comunicato entro due giorni alle autorità di stato civile del luogo in cui si è verificato. Se una persona muore a casa è necessario contattare al più presto un medico al fine di constatare il decesso. La sepoltura o la cremazione sono possibili solo dopo l'avvenuta notifica della morte presso l'ufficio dello stato civile.

Il decesso di cittadini di nazionalità estera non domiciliati in Svizzera e che non si sono annunciati presso l'ufficio controllo abitanti deve essere notificato all'ufficio dello stato civile del luogo in cui si è verificato. Vanno inoltre informati l'ambasciata e il consolato del paese d'origine della persona deceduta. Il Dipartimento federale degli affari esteri propone un elenco delle rappresentanze estere in Svizzera.

Le consuetudini e le formalità riguardanti le esequie divergono da Cantone a Cantone. La cremazione ad esempio non è possibile ovunque. Normalmente la sepoltura avviene in un cimitero pubblico, ma i Cantoni possono accordare deroghe. Le imprese di pompe funebri spesso si occupano di tutte le formalità, dalla notifica del decesso al funerale.

I Comuni offrono altre informazioni riguardanti le consuetudini funerarie di una località e le relative formalità. Il portale ch.ch propone una pagina su cosa fare in caso di decesso.

Matrimonio e unione domestica registrata

Il diritto al matrimonio è garantito esplicitamente dall'articolo 14 della Costituzione federale. La celebrazione di matrimoni spetta agli uffici dello stato civile.

In Svizzera anche le coppie omosessuali hanno diritto al riconoscimento del loro statuto giuridico. L'istituto dell'unione domestica registrata accorda loro gli stessi diritti e doveri derivanti dal matrimonio, ad eccezione del diritto all'adozione e alla procreazione medicalmente assistita. La Svizzera riconosce anche matrimoni e unioni domestiche registrate contratti all'estero in forma giuridicamente valida.

Le condizioni che i cittadini svizzeri e stranieri devono soddisfare per contrarre matrimonio in Svizzera sono le seguenti:

  • avere compiuto il 18° anno d'età
  • essere nubile /celibe
  • per le persone sotto tutela: ottenere l'autorizzazione del rappresentante legale
  • è vietato dalla legge il matrimonio con fratelli o fratellastri, sorelle o sorellastre, genitori (naturali o adottivi) o nonni.

Per ottenere l'autorizzazione al matrimonio, le coppie di nazionalità estera che vivono in Svizzera al momento della presentazione della richiesta devono poter provare di soggiornare legalmente nel paese. Alla richiesta vanno inoltre acclusi i documenti che certificano la nascita, il nome, la cittadinanza, lo stato civile ecc. L'ufficio dello stato civile del luogo esamina la richiesta. L'autorizzazione è negata nei casi in cui risulta palese che il futuro sposo o la futura sposa non ha intenzione di iniziare una vita in comune e che intende eludere la normativa in materia di ammissione e soggiorno di cittadini stranieri in Svizzera. La celebrazione del matrimonio può avvenire al più presto 10 giorni dopo l'avvenuta autorizzazione, e al più tardi entro tre mesi dal suo ottenimento.

Il sito dell'Ufficio federale di giustizia propone diversi promemoria scaricabili contenenti informazioni sul matrimonio e sull'unione domestica registrata di coppie omosessuali.

I Comuni offrono altre informazioni riguardanti la celebrazione del matrimonio e le relative formalità. 

In Svizzera è pure possibile sposarsi con rito religioso. Il matrimonio religioso deve tuttavia essere celebrato dopo il matrimonio civile, poiché solo quest'ultimo è riconosciuto giuridicamente.

swissinfo.ch