Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Presidente della Confederazione all'ONU


Dare prospettive ai giovani per combattere il terrorismo


Un'economia prospera che offre posti di lavoro è fondamentale per la stabilità e la sicurezza: è il messaggio portato ieri alla 71a Assemblea delle Nazioni Unite a New York dal presidente della Confederazione e ministro svizzero dell'economia Johann Schneider-Ammann. Al centro degli sforzi devono esserci i giovani.

Un’economia dinamica che assicura impieghi e prospettive è un fattore importante nella prevenzione delle derive terroriste e dei conflitti armati, ha detto il presidente della Confederazione Johann-Schneider-Ammann all'Assemblea generale dell'ONU. (Keystone)

Un’economia dinamica che assicura impieghi e prospettive è un fattore importante nella prevenzione delle derive terroriste e dei conflitti armati, ha detto il presidente della Confederazione Johann-Schneider-Ammann all'Assemblea generale dell'ONU.

(Keystone)

"Credo che occorra aiutare soprattutto la gioventù e offrile delle prospettive nel mercato del lavoro", ha spiegato Schneider-Ammann ai giornalisti, a margine dell'Assemblea generale. Una missione che si può realizzare attraverso la formazione, la conoscenza e la competitività dei singoli Paesi, ha aggiunto.

Secondo il presidente della Confederazione, un'economia che offre impieghi e prospettive a tutti i cittadini – donne, uomini, giovani e lavoratori in età avanzata – è un fattore chiave nella prevenzione delle derive terroriste e dei conflitti armati.

Nell'intervento all'Assemblea generale, Schneider-Ammann ha anche sottolineato l'importanza dell'ONU nella stabilità internazionale "Grazie al suo carattere universale, l’ONU gode di una legittimità unica. Questa posizione implica una responsabilità non indifferente mentre si moltiplicano le iniziative, gli accordi e i processi", ha dichiarato.

Parlando ai giornalisti, il presidente della Confederazione non ha mancato di rammentare il ruolo svolto dalla Svizzera in seno alle Nazioni Unite. La Confederazione contribuisce con la propria esperienza e le proprie conoscenze, a trovare soluzioni diplomatiche e a mediare in caso di conflitti, ha rilevato. Inoltre la Svizzera si impegna molto nella messa in atto dell'Agenda per lo sviluppo 2030 decisa lo scorso anno dall'ONU, ha precisato.

swissinfo.ch e ats

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×