Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Praticello del Rütli


La culla della Svizzera fedele alle sue origini


 Altre lingue: 4  Lingue: 4
Codice da incorporare

Sul praticello del Rütli non è permesso costruire edifici o alberghi. In questo luogo storico della Svizzera, tra i più famosi del paese, non vi è nemmeno un centro per visitatori né un negozio di souvenir. È qui che il 1° agosto di ogni anno viene celebrata la Festa nazionale svizzera. (Julie Hunt, swissinfo.ch/SRF)

Il terreno che si affaccia sul Lago dei Quattro Cantoni, meta di pellegrinaggio per numerosi svizzeri, non è cambiato molto rispetto al 1291, anno in cui si fanno risalire le origini della Confederazione.

I rappresentanti di Uri, Svitto e Nidvaldo si incontrarono su questo prato per promettersi lealtà reciproca di fronte al dominio degli Asburgo. Il giuramento del Rütli è considerato il primo passo verso la creazione della Svizzera.

Nel 1940, il generale Henri Guisan, a capo dell’esercito svizzero, tenne sul Rütli uno storico discorso in cui disse agli ufficiali di resistere a qualsiasi invasione di truppe dalla Germania.

Oggi è vietato utilizzare il Rütli a scopi politici o commerciali. In seguito alle intemperanze di alcuni neonazisti, che nel 2005 avevano perturbato le celebrazioni ufficiali per la Festa nazionale, sono state introdotte regole molto severe.



Link