Previdenza 2020: oggi il giorno della verità


 Tutte le notizie in breve

Per la previdenza vecchiaia oggi è il giorno della verità

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

Oggi si saprà finalmente quale sarà il destino della riforma Previdenza per la vecchiaia 2020. I due rami del Parlamento dovranno dire se accettano le proposte uscite martedì sera dalla Confederazione di conciliazione.

Se il "sì" del Consiglio degli Stati appare scontato, il risultato al Nazionale è più che mai incerto.

Per superare lo scoglio della Camera del popolo, la riforma delle pensioni necessita infatti della maggioranza qualificata pari a 101 voti. Suffragi che non saranno facili da ottenere: alla Camera del popolo PPD, PBD, PVL, PS e Verdi dispongono di 99 seggi. Ai loro voti potrebbero aggiungersi quelli dei due leghisti - e forse anche del deputato MCG - che hanno già fatto capire che potrebbero sostenere la riforma.

L'UDC e il PLR stanno decidendo in questo momento come intendono posizionarsi. Ieri il PVL ha annunciato di voler sostenere le proposte della conferenza di conciliazione, anche se queste rappresentano una "pillola molto amara da ingoiare".

Se il Parlamento approverà la riforma delle pensioni (la bocciatura anche in una sola camera comporta l'affossamento dell'intero progetto), l'ultima parola, come sempre in caso di modifiche costituzionali, spetterà al popolo. La votazione dovrebbe tenersi il prossimo 24 settembre.

Il progetto Previdenza per la vecchiaia 2020 prevede l'innalzamento dell'età pensionabile delle donne a 65 anni, la riduzione dal 6,8% al 6% del tasso di conversione - che serve a calcolare le rendite pensionistiche. Quest'ultimo abbassamento sarà compensato nel Primo Pilastro con un supplemento di 70 franchi sulla rendita AVS e l'aumento del tetto massimo per i coniugi dal 150% al 155%.

Questa è la soluzione proposta dal Consiglio degli Stati, e sostenuta dal PPD nonché dallo schieramento rosso-verde. La maggioranza del Nazionale - UDC, PLR e, fino a ieri, PVL - aveva invece sempre voluto agire nel Secondo Pilastro.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve