Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Prix de Lausanne


La Svizzera si prepara al 'grand jeté' nell'universo della danza




Per la 17enne Lou Spichtig, allieva dell'Accademia di danza di Zurigo, la partecipazione al Prix di Losanna è la realizzazione di un sogno che aveva sin da piccola. (Pat Bromilow-Downing)

Per la 17enne Lou Spichtig, allieva dell'Accademia di danza di Zurigo, la partecipazione al Prix di Losanna è la realizzazione di un sogno che aveva sin da piccola.

(Pat Bromilow-Downing)

Il celebre concorso di balletto Prix de Lausanne può lanciare delle carriere internazionali. Eppure in Svizzera non c'è una grande tradizione di danza. L'Accademia di danza di Zurigo è una delle due scuole elvetiche finanziate dallo Stato che cercano di imprimere un cambiamento.

Lou Spichtig e Laura Fernandez-Gromova si stanno preparando per quella che potrebbe essere la loro grande occasione. Le due svizzere, entrambe 17enni, sono tra i 70 candidati – selezionati tra 300 aspiranti – che si esibiranno davanti ai giudici durante il Premio internazionale di Losanna, che inizia il 1° febbraio e dura una settimana. Il concorso è considerato un trampolino di lancio per giovani ballerini, che possono vincere borse di studio per le migliori scuole e compagnie di danza.

Ci troviamo in un grande studio dell'Accademia di danza di Zurigo. Laura sta provando per la prima volta il suo costume per la variazione classica. Si tratta di uno splendido tutù ricamato con i colori nero e oro, ma il corsetto non è ancora perfetto. La sua insegnante, Tina Goldin, dice che dovrebbero essere fatti degli aggiustamenti. "È importante che stia a pennello", precisa.

Tina Goldin sta impartendo lezioni supplementari in vista del Prix. "C'era un elenco di otto variazioni classiche tra le quali scegliere e, naturalmente, cerchiamo di scegliere quella che si adatta meglio al carattere della ragazza", spiega a swissinfo.ch. Le ragazze devono anche eseguire una variazione contemporanea.

Talenti in erba

La scuola prepara i giovani alla competizione principalmente per incoraggiare i talenti in erba, dice il direttore degli studi di danza Oliver Matz. Gli insegnanti aiutano i partecipanti anche durante quella che può essere un'esperienza snervante. "È importante che i giovani possano esibirsi al meglio delle loro capacità sul palcoscenico", spiega.

Prix de Lausanne

Il Prix de Lausanne è un concorso internazionale per giovani ballerini di tutte le nazionalità, di età compresa tra i 15 e i 18 anni, che non sono ancora professionisti. I candidati devono dapprima passare selezioni preliminari basate su video e audizioni. Solo 20 raggiungono la finale.

I premi sono costituiti da borse di studio per la formazione in scuole o in compagnie di danza. C'è anche un premio di danza contemporanea e un premio per il miglior candidato elvetico (di nazionalità svizzera o allievo di una scuola di danza svizzera).

Tra i vincitori diventati famosi vi sono due grandi del Royal Ballet di Londra: la britannica Darcey Bussell, ex prima ballerina, e il cubano Carlos Acosta, principal guest artist.

L'Accademia di danza di Zurigo è una scuola partner del Prix di Losanna. Le compagnie partner svizzere sono il Béjart Ballet Lausanne, lo Zurich Ballet, il Ballet du Grand Théâtre di Ginevra.

Entrambe le ragazze hanno un bel curricolo: Lou ha vinto il Youth America Grand Prix di New York nel 2013, Laura ha raggiunto la finale nel 2014.

Lou aveva visto la prima volta il Prix da bambina e dice che prendervi parte è "un sogno d'infanzia che si sta finalmente avverando". Sia lei sia Laura vogliono trasmettere la loro passione per la danza nelle loro variazioni. "Ho molta voglia di dimostrare che mi piace il balletto e che voglio fare questo per tutta la vita", osserva Laura.

Costruire una reputazione

L'Accademia di danza di Zurigo  esiste nella forma attuale solo da poco più di dieci anni. Oliver Matz e la sua partner Steffi Scherzer, entrambi ex solisti principali dell'Opera tedesca a Berlino, hanno sostituito nel 2005 l'allora scuola svizzera di balletto, basandola su quanto avevano sperimentato nella loro formazione.

La scuola fa ora parte del Dipartimento di Performing Arts e Film presso l'Università delle Arti di Zurigo (ZHdK) e dallo scorso anno beneficia di più spazio nella nuova sede. L'altra scuola professionale svizzera di danza classica - la BTB - si trova a Basilea.

"Siamo riusciti in un tempo relativamente breve a costruire una scuola che ha un impatto a livello internazionale e a far dire: 'guarda qui in Svizzera, dove non c'è una tradizione della danza classica, c'è una scuola in cui i bambini e i giovani, sia del paese sia provenienti dall'estero, possono formarsi come ballerini professionisti '", racconta Oliver Matz.

Professionalizzazione

Circa il 60% degli alunni è svizzero. Ciò dimostra che c'è un interesse per la danza, prosegue il direttore. "Ma quando si tratta di formazione di danza professionale, la Svizzera è ancora un po' agli albori. C'è però un grande consenso sul fatto che si dovrebbe professionalizzare la formazione".

Oltre alla formazione classica a Zurigo e Basilea, c'è ora la formazione professionale contemporanea a Ginevra. "Ciò produrrà una nuova generazione che avrà un impatto sul mercato internazionale. Ne sono certo", dice Matz.

Lou e Laura, che sono studentesse dell'ultimo anno, usciranno dalla scuola con in tasca un attestato federale di capacità professionale. Circa il 90% dei diplomati si unisce a compagnie di danza internazionali. Il tasso di successo è equivalente a quello delle scuole di danza affermate, come la Scuola nazionale di balletto di Londra.

Classica e contemporanea

Per ottenerlo occorrono però fino a sei ore di allenamento al giorno. Nella classe di Steffi Scherzer, delle ragazze di15 anni si stanno esercitando alla sbarra. Pur essendo leggiadre, non hanno ancora lo smalto di Lou e Laura. È evidente la differenza che possono fare due anni.

Gli alunni iniziano all'età di 11 anni con la formazione di base e passano alla formazione avanzata all'età di 15 anni. Nella classe di Oliver Matz, i maschi – che costituiscono il 44% degli allievi – sono concentrati nell'esercitazione dei salti. "Piede sinistro!", sottolinea Matz. "Bene".

La danza classica è solo una parte dell'offerta della scuola, in quanto è importante dispensare anche una formazione contemporanea di alta qualità, puntualizza Oliver Matz.

"Nessuna compagnia interpreta solo 'Il lago dei cigni', 'Gisele' e 'Lo schiaccianoci' oggigiorno. Le compagnie lavorano anche con coreografi internazionali che creano le loro opere sulla base della danza classica", spiega. "I nostri giovani sono formati per questo, in modo che possano parlare entrambe le lingue della danza".

Una storia di successo

Il vincitore Prix de Lausanne 2012 ed ex allievo dell'accademia Nikolaus Tudorin rappresenta una delle storie di successo della scuola. Ora lavora per il Balletto di Lipsia, in Germania. L'australiano assicura a swissinfo.ch che studiare all'Accademia di Zurigo è stata una delle migliori decisioni che ha preso finora.

"È molto importante per i giovani ballerini decidere quale scuola sarà la migliore per crescere e raggiungere i loro obiettivi e sogni. Ma è anche una scelta molto dura, soprattutto se non si sa molto sulla scuola in cui si sta per andare, ciò che era il caso per me a 16 anni al momento di lasciare l'Australia per andare in Svizzera per la formazione".

Per Liliana Heldner di Danza svizzera, l'associazione svizzera dei professionisti della danza, l'alta percentuale di studenti che trova direttamente un posto di lavoro dopo il diploma è "straordinaria".

In Svizzera la danza è stata formalmente riconosciuta come una professione solo dopo che è stato introdotto l'attestato federale di capacità, nel 2009, vale a dire molto tardi rispetto ad altri paesi. L'Accademia di Zurigo è stata la prima a introdurre una qualifica professionale per la danza classica. Questo è stato un fattore del suo successo, afferma Liliana Heldner, e ha incoraggiato molti genitori svizzeri a sostenere i sogni di danza dei figli.

"Un diploma è utile anche al termine di una carriera sul palcoscenico. C'è chi desidera diventare insegnante, manager, fisioterapista specializzato in danza o qualcosa di completamente diverso. Si hanno ancora 25 anni davanti a sé e un diploma apre la porta ad altri tipi di formazione".

Formazione accademica

I corsi di base iniziano a 11-12 anni. L'Accademia di danza di Zurigo comprende un convitto per gli allievi che non provengono dai dintorni. Gli studenti dispongono anche di una consulenza in nutrizione e di cure mediche specialistiche.

I corsi avanzati partono da 15-16 anni con gli studenti che si diplomano poi a 19 anni La formazione è pari a un apprendistato e conduce ad un attestato federale di capacità professionale.

L'Università delle Arti di Zurigo offre anche un Bachelor of Arts in Contemporary Dance.

Una formazione equivalente può essere intrapresa presso l'Università di Scienze Applicate e Arti della Svizzera occidentale.


(Traduzione dall'inglese: Sonia Fenazzi), swissinfo.ch

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×