Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Milos Zeman ieri a Praga durante una sessione del Parlamento.

KEYSTONE/AP/PETR DAVID JOSEK

(sda-ats)

I cittadini della Repubblica Ceca hanno cominciato oggi a votare nel primo turno dell'elezione presidenziale diretta. I circa 8 milioni di aventi diritto oggi e domani decidono se confermare Milos Zeman oppure se lo sostituirà uno dei suoi otto sfidanti.

Secondo l'ultimo sondaggio, nel primo turno dovrebbe vincere Zeman ma senza maggioranza assoluta e quindi si dovrebbe andare al ballottaggio. Nel secondo turno Zeman potrebbe essere sconfitto dallo scienziato Jiri Drahos al quale i sondaggi attribuiscono nel primo turno il 27,5% e nel secondo il 48,5%. Al presidente uscente le agenzie attribuiscono nel primo turno il 42,5% dei consensi e il 44% nel secondo.

Dopo essere andato al suo seggio elettorale a Praga per votare, Zeman è stato aggredito da un'attivista del movimento Femen, seminuda e urlante ("Zeman, Putin's Slut", "prostituta di Putin"). La donna è stata bloccata da una guardia del corpo.

L'affluenza nel primo giorno in alcuni seggi ha raggiunto il 60%. I 14.866 seggi elettorali sono rimasti aperti dalle 14 alle 22 e domani saranno aperti dalle 8 alle 14. I risultati del primo turno e i nomi dei due candidati al ballottaggio saranno noti domani verso sera. Il secondo turno è previsto tra due settimane, il 26 e 27 gennaio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS