Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il convoglio di aiuti umanitari destinato alla città assediata di Daraya, in Siria, si è visto oggi negare l'accesso alla località.

"il convoglio congiunto del Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr), della Mezzaluna rossa araba siriana (Sarc) e delle Nazioni Unite (ONU) si è visto oggi rifiutare l'ingresso a Daraya pur avendo ottenuto la previa autorizzazione da tutte le parti", afferma il Cicr.

Daraya, sobborgo di Damasco assediato dalle forze governative, "è stata teatro di scontri incessanti per più di tre anni e mezzo, e sappiamo che la situazione laggiù è disperata", ha affermato Marianne Gasser, capo della delegazione del Cicr, e che ha partecipato al convoglio.

"I civili intrappolati hanno urgente bisogno di aiuti umanitari. Speravamo che la distribuzione di oggi avrebbe potuto costituire un primo passo e condurre all'autorizzazione di maggiori aiuti. Purtroppo, ci è stato impedito di entrare e alla fine abbiamo dovuto tornare indietro", ha aggiunto.

Il convoglio avrebbe dovuto portare forniture mediche essenziali, distribuire latte per l'infanzia, consentire una campagna di vaccinazione per i bambini sotto i 12 anni e distribuire materiale per l'igiene e la scuola. Si sarebbe trattato della prima consegna di aiuti nella città, sotto assedio dal novembre 2012.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS