Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La premier britannica

Keystone/EPA/ZIPI

(sda-ats)

La premier britannica Theresa May, tramite un suo portavoce, ha escluso che il governo di Londra stia considerando un maggiore coinvolgimento militare in Siria.

"Non ci sono piani per una azione militare - ha detto il primo ministro - stiamo collaborando con la comunità internazionale per vedere come far finire il conflitto".

Le dichiarazioni vogliono sgomberare il campo da ogni ambiguità dopo quanto detto oggi dal ministro degli Esteri, Boris Johnson, che aveva evocato "opzioni più energiche" incluse quelle "militari" da adottare in Siria per poi definirle come irrealistiche e legando una decisione di Londra a un previo accordo con gli Stati Uniti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS