Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Corruzione nel calcio


Gli Stati Uniti chiedono l’estradizione dei funzionari FIFA


Gli Stati Uniti hanno formalizzato la domanda di estradizione per i sette funzionari della FIFA finiti in manette lo scorso 27 maggio a Zurigo nell’ambito dell’inchiesta su un giro di mazzette per un valore complessivo superiore ai 100 milioni di franchi.

Le domande formali d'estradizione sono giunte mercoledì sera all'Ufficio federale di giustizia (UFG). I sette funzionari di punta della FIFA, si legge in un comunicato dell’UFG, erano stati arrestati e incarcerati in vista d'estradizione su richiesta proprio degli Stati Uniti.

I presunti corruttori - rappresentanti di media sportivi e di imprese di marketing sportivo - avrebbero accettato tangenti per un totale di oltre 100 milioni di franchi in cambio di diritti di trasmissione, commercializzazione e sponsorizzazione di tornei di calcio negli Stati Uniti e nell'America latina. I reati sarebbero stati concordati e preparati negli Stati Uniti e i pagamenti effettuati per il tramite di banche statunitensi.

Su incarico dell'UFG, la polizia cantonale di Zurigo sentirà i sette funzionari della FIFA. Successivamente lo stesso ufficio concederà ai funzionari o ai loro avvocati un termine di 14 giorni per esprimere il proprio parere in merito alla domanda d'estradizione. In casi motivati tale termine può essere prorogato di 14 giorni. Poi l'UFG dovrebbe decidere entro poche settimane. Le decisioni d'estradizione dell'UFG possono essere impugnate dinnanzi al Tribunale penale federale e, in ultima istanza, dinnanzi al Tribunale federale.

swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG RSI del 2.7.2015)

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×