Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Serie migrazione (parte 1)


Due milioni di stranieri in Svizzera, ma chi sono?




Per la prima volta l'anno scorso è stata superata la soglia dei due milioni di stranieri residenti in Svizzera. Essi rappresentano oggi quasi un quarto della popolazione totale. Ma chi sono questi stranieri che sono spesso al centro dei dibattiti politici? Tutti i dettagli nei grafici.

La Svizzera è uno dei paesi con la più alta proporzione di stranieri (il 24,6% nel 2015) sul proprio territorio. Solo pochi singoli casi, come i paesi del petrolio o delle città-stato come il Lussemburgo, hanno percentuali ancora più elevate della Svizzera.

Il grafico sottostante presenta le nazionalità di tutti gli stranieri che vivono in Svizzera. Oltre l'80% proviene da Paesi europei. I cittadini tedeschi, italiani, portoghesi e francesi da soli costituiscono quasi la metà di tutti gli stranieri in Svizzera.

In un anno, la proporzione di stranieri è aumentata di 0,3 punti percentuali (24,3% degli stranieri nel 2014). Con in media 19 arrivi ogni 1000 abitanti nel 2014, la Svizzera è nettamente in testa alla classifica dei paesi di immigrazione europei, davanti a Germania (11), Regno Unito (9,8), Spagna (6,6) e Francia (5,1).

L'elevato tasso di immigrazione in Svizzera non è certo una novità. L'immigrazione è un tema ricorrente degli ultimi cinquant'anni, su cui gli svizzeri hanno votato più volte. Così, nel febbraio 2014, i votanti hanno approvato, con una maggioranza risicata, un'iniziativa popolare che prevede un freno all'immigrazione.

La proporzione di stranieri e la loro nazionalità di origine variano notevolmente nelle diverse regioni della Svizzera, come illustrato nelle mappe qui sotto. Nella Svizzera francese, all'ovest, c'è la più alta percentuale di stranieri, in forte contrasto con la situazione nella Svizzera centrale. I cittadini italiani, tedeschi e francesi sono proporzionalmente più numerosi nelle regioni della Confederazione in cui si parla la loro lingua madre.

.

Va inoltre notato che, poiché la nazionalità svizzera non si acquisisce automaticamente, molti stranieri nati nella Confederazione mantengono la loro cittadinanza di origine. Secondo i dati dell'Ufficio federale di statistica, nel 2015 c'erano quasi 396'000 stranieri nati in Svizzera, ossia un quinto della popolazione "straniera". Tra gli stranieri nati fuori dal territorio elvetico, il 44% risiede in Svizzera in modo permanente da almeno 10 anni.

La Svizzera ospita molti stranieri: ma è un modello di integrazione di successo? Scriveteci la vostra opinione.


Serie migrazione

Voto del popolo svizzero per limitare l'immigrazione, Brexit, tensioni all'interno dell'Unione europea di fronte all'afflusso di richiedenti asilo: l'immigrazione è al centro delle preoccupazioni in tutto il Vecchio Continente e oltre.

In Svizzera, come in Gran Bretagna, si è disposti a limitare l'afflusso di immigrati, con il rischio di compromettere l'accesso al mercato europeo. Attraverso dei grafici, swissinfo.ch presenta una serie dedicata all'immigrazione. Dai flussi migratori mondiali all'evoluzione storica, passando per le peculiarità svizzere, trovate ogni settimana le cifre chiave su questo argomento.


(Traduzione dal francese: Sonia Fenazzi)

×