Tutte le notizie in breve

La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha partecipato oggi a Vienna all'incontro dei ministri degli interni dei Paesi germanofoni, fa sapere in serata il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

La ministra elvetica ha sottolineato che la collaborazione tra l’UE e la Turchia non deve pregiudicare i diritti dei migranti. I ministri hanno inoltre affrontato il tema della lotta al terrorismo.

Quest'anno l'incontro multilaterale si è svolto a Vienna, su invito del ministro degli interni austriaco Johanna Mikl-Leitner. Oltre a Mikl‐Leitner e alla Sommaruga, vi hanno partecipato il tedesco Thomas de Maizière, il ministro del Liechtenstein Thomas Zwiefelhofer e il vice primo ministro lussemburghese Etienne Schneider.

i partecipanti hanno discusso innanzitutto della crisi internazionale in materia di rifugiati e le misure che l'UE intende attuare insieme alla Turchia. La consigliera federale Sommaruga ha sottolineato che per risolvere la crisi è necessario agire di comune intesa e che pertanto è in linea di massima favorevole a una cooperazione con la Turchia.

Ha tuttavia aggiunto che le misure devono essere conformi al diritto internazionale. Le persone che ne hanno bisogno devono essere protette conformemente alla Convenzione di Ginevra sullo statuto dei rifugiati.

Sommaruga ha osservato che le misure non devono spingere le persone in cerca di protezione a ripiegare nuovamente sulla rotta più pericolosa del Mediterraneo. È inoltre importante che l'Europa realizzi i programmi di ricollocazione e reinsediamento e sviluppi il sistema Dublino in modo tale da garantire un'equa ripartizione dei richiedenti l'asilo.

La consigliera federale ha anche sottolineato l'importanza della cooperazione con i Paesi d'origine e di transito, anche mediante i partenariati in materia di migrazione.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve