Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Spazio aereo


Il mercato mondiale dei droni sarà regolamentato a Losanna


Di Nathalie Randin, RTS


La crescente presenza di questi robot volanti al di sopra delle nostre teste costringe le autorità a legiferare, ad esempio per ridurre i rischi di incidenti. ( Marcel Bieri)

La crescente presenza di questi robot volanti al di sopra delle nostre teste costringe le autorità a legiferare, ad esempio per ridurre i rischi di incidenti.

( Marcel Bieri)

Come integrare i droni nello spazio aereo? Bisogna creare delle autostrade per i droni? L'associazione Global UTM, creata recentemente presso il Politecnico federale di Losanna, si occuperà di questi problemi, ha indicato la Radio televisione svizzera di lingua francese RTS. 

Costruttori di droni, controllori del traffico aereo e autorità di regolamentazione nazionali hanno scelto la Svizzera, piuttosto che gli Stati Uniti, la Cina, Parigi o Bruxelles. Andava trovato un territorio politicamente neutrale, tenendo conto dell’enorme posta in gioco di questa sfida, spiega Benoìt Curdy, segretario generale di Global UTM. 

L'associazione esiste ufficialmente dal mese di luglio. La sua sede si trova presso il Park Innovation del Politecnico federale di Losanna (EPFL). Globale UTM conta già 30 membri provenienti da 15 paesi e sta registrando una crescita molto rapida. Si trova a fianco della dozzina di start-up specializzate in droni a Losanna.

Nella regione scelta del Lago Lemano Benoît Curdy dispone in un raggio di 100 chilometri di tutto ciò di cui ha bisogno: partner accademici, esperti, specialisti di robotica e Skyguide. Il lavoro rimanente si svolge virtualmente con i partner di tutto il mondo. 

La posta in gioco dei droni 

Sicurezza, ispezione, trasporti, agricoltura: un numero crescente di settori si serve di droni. Globale UTM dovrà affrontare rapidamente uno dei più grandi problemi legati al volo di questi robot: le spedizioni e le consegne via drone. In Europa e negli Stati Uniti, questo tipo di trasporto è attualmente limitato dalla regola del volo a vista, il pilota deve mantenere un contatto visivo costante con il suo apparecchio. 

Con i progressi della tecnologia, questo vincolo potrebbe però cadere tra 5 a 10 anni. La Posta svizzera ha già eseguito dei test con alcuni prototipi. Il gigante americano Amazon sta sviluppando propri apparecchi di consegna e preme per l’introduzione di “autostrade” per i droni. 

Droni per vigili del fuoco, poliziotti e agricoltori

A Losanna, dodici vigili del fuoco professionisti della città vengono addestrati per intervenire con droni su tutto il territorio del canton Vaud. L’apparecchio ultra-sofisticato, che costa 50’000 franchi, è munito di una termocamera in grado di identificare le fonti di calore e di anticipare così la propagazione di incendi. 

Anche le forze di polizia romande fanno regolarmente ricorso a dei droni per la ricerca di persone scomparse. Gli agricoltori sono pure interessati a questi mezzi per scacciare insetti nocivi e proteggere ad esempio i campi di mais. 



Traduzione di Armando Mombelli

×