Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Le università e i politecnici svizzeri figurano tra i migliori a livello mondiale. Condizioni di ammissione, tasse di studio, programmi di scambio e riconoscimento dei diplomi per gli studenti stranieri.

In Svizzera ci sono dodici università pubbliche, compresi i due politecnici federali a Zurigo e Losanna. A livello universitario, l’offerta educativa pubblica è completata da 7 scuole universitarie professionali pubbliche e da 14 alte scuole di pedagogia.

Anche l’"Institut universitaire de hautes études internationales et du développement" (IHEID) di Ginevra, l’"Institut de hautes études en administration publique" (IDHEAP) di Losanna, l’"Institut universitaire Kurt Bösch" di Sion e la Fondazione per la formazione universitaria a distanza di Briga hanno uno statuto analogo a quello delle università.

Posizione internazionale

Per conoscere la posizione delle università svizzere nelle principali classifiche universitarie internazionali (come per esempio quella del "Times Higher Education Supplement")  è possibile consultare il sito universityrankings.ch, gestito congiuntamente dalla Segreteria di stato per l’educazione e la ricerca e dalle università svizzere.

Rispetto a paesi come gli Stati uniti o la Gran Bretagna, gli studi universitari in Svizzera sono ancora relativamente a buon mercato, perché il settore è finanziato in larga misura dallo stato. Durante i primi anni di studio, l’insegnamento avviene generalmente nella lingua locale (tedesco, francese o italiano). A partire dai corsi di master, l’inglese ha però un ruolo più importante.

Altre informazioni sullo studio in Svizzera si possono trovare sul sito swissuniversities.ch.

In Svizzera vi sono anche alcune delle migliori e più esclusive scuole private del mondo, dalla scuola per l’infanzia fino al livello universitario. Altre informazioni sugli oltre 260 istituti privati si trovano sul sito della Federazione svizzera delle scuole private.

Condizioni di ammissione

Ragguagli sull’ammissione allo studio o alla formazione continua in Svizzera possono essere ottenuti presso i singoli istituti (università, scuole universitarie professionali ecc.). 

Lingue. Gli studenti stranieri che vogliono frequentare uno studio universitario in Svizzera devono dimostrare di avere buone conoscenze della lingua d’insegnamento. Test linguistici si svolgono normalmente due volte l’anno, in giugno e in agosto/settembre a Friburgo.

Chi deve migliorare le proprie conoscenze linguistiche può seguire un corso di preparazione all’università a Friburgo, con la prospettiva di ottenere un certificato del Goethe Institut o dell’Alliance française. 

Scuole universitarie professionali. Condizione di base per accedere a una scuola universitaria professionale è almeno un anno di esperienza professionale nel settore scelto per lo studio. Chi è in possesso di un certificato di formazione straniero e può dimostrare di avere frequentato almeno tre anni di scuola di livello secondario II è di regola ammesso agli esami di ammissione. In alcuni casi l’accesso allo studio può essere concesso anche senza esame di ammissione. Per il riconoscimento dei diplomi stranieri, le scuole universitarie professionali si orientano alle decisioni delle università svizzere.

Studio di bachelor

Le università svizzere chiedono agli studenti stranieri un documento che permette di accedere a uno studio universitario nel loro paese e che corrisponde al certificato di maturità riconosciuto dalla Confederazione (v. anche più avanti, al capitolo "Riconoscimento di diplomi e attestati"). Ogni università decide autonomamente quali documenti accettare e può far dipendere l’ammissione anche da altri criteri.

Sul sito swissiuniversities.ch si trovano ulteriori informazioni.

Studio di master

Condizione per l’accesso a uno studio di master è il conseguimento di un bachelor. Il sito della Conferenza dei rettori delle università svizzere offre un formulario online che permette di capire a quali corsi di master dà accesso un particolare bachelor. Le università decidono autonomamente se un bachelor ottenuto all’estero dà diritto di accedere a un corso di master senza esame o se siano necessarie altre prove. Per ogni domanda è quindi meglio contattare direttamente le università.

Tasse di studio

Le università svizzere, analogamente a quelle italiane o tedesche, sono finanziate in larga misura dagli enti pubblici (Confederazione e cantoni). Le tasse di studio sono piuttosto moderate, se paragonate a quelle di paesi come gli USA o il Regno unito. Variano da un’università all’altra, ma in genere si aggirano attorno ai 1000-1500 franchi l’anno e sono perciò leggermente più basse della media italiana (1200 euro). Solo l’Università della Svizzera italiana di Lugano ha delle tasse universitarie decisamente più alte (4000 franchi l’anno).

Nella maggior parte delle università svizzere, gli studenti stranieri non devono pagare tasse molto più elevate dei colleghi svizzeri. Fa eccezione anche qui l’Università di Lugano, dove gli studenti stranieri pagano il doppio dei loro colleghi svizzeri. Il costo per il vitto e l’alloggio varia da città a città e dipende dalle esigenze personali degli studenti. In media si aggira attorno ai 19'000-29'000 franchi l’anno. 

Borse di studio

La Confederazione concede borse di studio a studenti stranieri che vogliono frequentare le università, i politecnici, i conservatori e le scuole di belle arti in Svizzera attraverso la Commissione federale delle borse per studenti stranieri (CFBS). L’offerta è aperta agli studenti di una settantina di paesi, tra cui l'Italia.

Maggiori informazioni sulle condizioni per ottenere le borse di studio si trovano sul sito della Segreteria di stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione.

Varie università svizzere hanno inoltre un proprio programma di borse di studio. I „servizi di mobilità“ delle università svizzere possono essere d’aiuto per stabilire quali istituti offrono borse di studio a studenti stranieri.

Programmi di scambio

Nel 2010 la Svizzera ha firmato con l’Unione europea un ampio accordo bilaterale di collaborazione nell’ambito della formazione. L’accordo è entrato in vigore il 1° gennaio 2011. I programmi dell’UE per la formazione e la gioventù hanno lo scopo di migliorare l’offerta formativa e di migliorare la mobilità degli studenti.

Tra i programmi in ambito universitario a cui la Svizzera potrà partecipare a pieno titolo a partire dal semestre autunnale del 2011 c’è Erasmus, che permette agli studenti europei di trascorrere dei semestri di studio in altri paesi. Per anni la Svizzera vi ha partecipato solo indirettamente.

Altre informazioni sul programma Erasmus si trovano sul sito della Commissione europea.

Accanto ai programmi di scambio Erasmus esistono anche partenariati tra università che incoraggiano la mobilità degli studenti. Informazioni in merito sono pubblicate sul sito della Conferenza dei rettori delle università svizzere.

Per saperne di più sulle possibilità di scambio tra istituzioni svizzere ed europee attive nell’ambito della formazione, si può consultare il nuovo sito GO del Centro di competenza per la mobilità degli stranieri.

Studenti svizzeri e statunitensi hanno anche la possibilità di candidarsi alle borse di studio per un soggiorno negli USA o in Svizzera nell’ambito del rinomato programma Fullbright, finanziato da enti pubblici e privati.

Riconoscimento di diplomi e attestati

Le autorità svizzere riconoscono certificati, diplomi e attestati di studio di numerose scuole e università di tutto il mondo. Sul sito della Conferenza dei rettori delle università svizzere si trovano informazioni specifiche sui diplomi stranieri riconosciuti e indicazioni sulle condizioni di ammissione per ogni singolo stato di provenienza degli studenti stranieri.

Permessi di soggiorno

Cittadini UE/AELS

Gli studenti provenienti dai paesi dell’UE e dell’Associazione europea di libero scambio devono annunciarsi alle autorità del luogo di domicilio entro 14 giorni dall’arrivo in Svizzera e richiedere un permesso di soggiorno. Per ottenere il permesso devono dimostrare di aver stipulato un’assicurazione malattia e di avere i mezzi per mantenersi. Devono inoltre provare di trovarsi nel paese per studiare e di essere iscritti a un’università o a un altro istituto riconosciuto. Il permesso di soggiorno è concesso per un anno e viene rinnovato ogni volta di un anno fino alla conclusione degli studi. Gli studenti possono lavorare, ma non più di 15 ore a settimana. In caso contrario sono considerati lavoratori a tutti gli effetti e necessitano di un permesso specifico. Anche il marito o la moglie della persona che studia in Svizzera e gli eventuali figli possono risiedere in Svizzera. I membri della famiglia possono lavorare.

Sul sito ufficiale della Svizzera ch.ch si trova un elenco con gli indirizzi delle autorità cantonali e comunali.

Cittadini di altri stati

Studenti che non provengono dagli stati dell’UE o AELS devono allegare alla loro richiesta di soggiorno un piano del corso di studio che intendono frequentare, con indicazione degli obiettivi (maturità, bachelor, master, ecc.). È necessaria inoltre una conferma scritta da parte della scuola o università che il candidato o la candidata può frequentare i corsi desiderati e possiede le necessarie competenze linguistiche.

Gli studenti di paesi con l’obbligo di visto devono chiedere all’ambasciata o al consolato svizzeri responsabili per il loro paese un permesso di ingresso. Alla richiesta devono essere allegate una conferma di ammissione da parte della scuola, la conferma che le tasse di studio sono state pagate e che il/la richiedente ha sufficienti mezzi di sussistenza, un impegno scritto a lasciare il paese al termine degli studi e un curriculum vitae. La rappresentanza svizzera deve verificare che il/la richiedente abbia nozioni linguistiche sufficienti per frequentare gli studi in Svizzera.

La competenza per la concessione di un permesso di soggiorno spetta ai cantoni. Le autorità competenti cantonali forniscono informazioni dettagliate sulle formalità (dove fare la richiesta, quanto dura il disbrigo della pratica, ecc.). Un elenco degli indirizzi si trova sul sito della Segreteria di Stato della migrazione.

swissinfo.ch

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×