Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministero degli esteri russo

KEYSTONE/EPA/MAXIM SHIPENKOV

(sda-ats)

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha convocato l'ambasciatore di Russia per protestare contro il "tentativo d'attacco" condotto da due spie russe. L'ambasciata denuncia da parte sua accuse "assurde".

I servizi di Ignazio Cassis hanno "chiesto alla Russia di porre fine immediatamente alle sue attività di spionaggio" in territorio svizzero. I controlli durante gli accrediti di diplomatici sono stati del resto rafforzati, hanno indicato a Keystone-ATS confermando un'informazione della radio romanda RTS.

Sul suo account Facebook, l'ambasciata di Russia in Svizzera ha da parte sua respinto queste accuse. "Consideriamo questo genere di invenzioni semplicemente assurde, non possono essere definite altro che un nuovo tentativo di fomentare stati d'animo russofobi", ha indicato.

Due spie russe, dirette al Laboratorio di Spiez (BE), sono state arrestate in primavera dalle autorità olandesi e rinviate nel loro Paese. Il laboratorio aveva partecipato alle analisi dell'agente nervino utilizzato per avvelenare, a marzo a Salisbury, in Inghilterra, l'ex agente russo Serghiei Skripal e la figlia, sopravvissuti all'attacco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS