Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Tipico svizzero Chi sono gli svizzeri del ceto medio

La classe media svizzera era al centro del dibattitto sulla Riforma III dell’imposizione delle imprese, respinta a sorpresa dal 59,1% dei votanti. Lo scrutinio del 12 febbraio ha messo nuovamente in evidenza questa fascia della popolazione, spesso evocata, ma mal definita. Ritratto in sei punti.

Il ceto medio figura regolarmente sulle prime pagine dei giornali: «L’erosione della classe media», strozzata dall’aumento delle spese; L’elezione di Donald Trump e «la rivolta della classe media»; «Il malessere della classe media» sfociato nella Brexit.

Anche in Svizzera il dibattito sulla Riforma III dell’imposizione delle imprese era focalizzato sulla classe media e forse sono stati proprio i voti di questi cittadini ad aver fatto pendere l’ago della bilancia.

Ma come viene definito il ceto medio? Se la maggioranza degli svizzeri ritiene di appartenere a questa categoria socioeconomica, delimitarne i confini non è facile. Nel 2013 l’Ufficio federale di statistica (UST) ha realizzato uno studio che permette di delineare il profilo della classe media. 

1) Guadagna tra il 70 e il 150% del reddito mediano

A seconda del tipo di economia domestica, il reddito è il criterio principale che permette di definire la classe media. Per reddito mediano si intende il valore centrale che divide l’insieme degli stipendi in due parti uguali: il 50% è superiore a questo importo e l’altro 50% è inferiore. 

grafico 1

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

2) Rappresenta quasi i due terzi della popolazione

Il 58,1% della popolazione svizzera appartiene alla classe media, secondo lo studio dell’UST. Un quinto percepisce un salario considerato basso, ossia inferiore del 70% al reddito mediano, mentre l’altro quinto ha un salario alto. 

grafico 2

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

3) È rimasta pressoché stabile dal 1998

Tra il 1998 e il 2013 la classe media rappresentava tra il 57 e il 61% della popolazione. Il picco più alto è stato registrato nel 2009 (61,3%). Da allora, la classe media si è progressivamente rimpicciolita, mentre sono cresciute le categorie di persone a reddito basso e alto. Per l’UST non si tratta però di un’evoluzione significativa. Sulla base di questi dati non si può dunque parlare di «erosione della classe media».

4) Nella classe media inferiore, una persona su quattro ha difficoltà finanziarie…

grafico 3

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

5) … e una su cinque non ha un diploma di formazione post-obbligatoria 

Esiste un legame diretto tra livello di formazione e classe di reddito. La proporzione di persone senza diploma post-obbligatorio diminuisce via via che aumentano i salari.


grafico 4

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

6) La sua fiducia nel sistema politico è intaccata 

grafico 5

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.



Traduzione dal francese

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza