Trump: capo Epa, CO2 non responsabile riscaldamento globale

 Tutte le notizie in breve

Le emissioni di CO2 non sono le principali responsabili del riscaldamento globale: lo afferma Scott Pruitt, messo dal presidente degli Usa Donald Trump a capo dell'Epa, l'agenzia statunitense per la protezione ambientale.

Una tesi che contrasta con quella di altre agenzie federali che studiano i cambiamenti climatici, come l'agenzia spaziale Nasa e la Nooa (National oceanic and atmospheric administration).

"Penso che misurare l'impatto delle attività dell'uomo sul clima - sostiene Pruitt - sia un qualcosa di molto difficile e oneroso da fare, e c'è un profondo disaccordo sul grado di questo impatto. E io non son d'accordo nel dire che il CO2 sia il principale responsabile del riscaldamento globale".

Lo scorso gennaio Nasa e Nooa presentarono un rapporto da cui emerge che la temperatura della superficie terrestre è salita di due gradi Fareneith 1,1 gradi centigradi) dalla fine del 19esimo secolo, un aumento dovuto soprattutto alle emissioni di CO2 e a ad altre emissioni legate alle attività dell'uomo.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve