Tutte le notizie in breve

Soldati tunisini che controllano la zona di Ben Guerdane, nel sud della Tunisia (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP

(sda-ats)

La Guardia nazionale tunisina ha scoperto ieri un altro deposito di armi ed esplosivi, scavato sotto terra nei pressi della città di Ben Guerdane, al confine con la Libia, rinvenendo tra le altre cose, una mitragliatrice pesante da 14,5 mm.

Lo ha reso noto il ministero dell'Interno di Tunisi. Si tratta dell'ennesimo ritrovamento di armi nella città che il 7 marzo 2016 subì un attacco da parte di un gruppo di miliziani tunisini dell'Isis, poi fallito grazie al rapido intervento dell'esercito che si concluse con un bilancio finale di 55 terroristi uccisi e 52 arrestati. Molti sono stati da allora i ritrovamenti di depositi di armi sotterranei collegati a quell'episodio.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve