Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La nuova norma consente l'adozione dei figli del partner anche alle coppie di concubini o omosessuali.

Keystone/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

Gli svizzeri non voteranno sull'adozione dei figli del partner anche per le coppie di concubini o omosessuali: il referendum contro la riforma del diritto è infatti fallito.

È praticamente impossibile che vengano raccolte in tempo le firme necessarie, ha detto Lisa Leisi del comitato referendario oggi ai microfoni della radio svizzerotedesca SRF.

Il Parlamento aveva deciso la riforma del diritto di adozione nel corso della sessione estiva. La nuova norma consente l'adozione dei figli del partner anche alle coppie di concubini o omosessuali. L'età minima e la durata minima della vita di coppia per un'adozione sono inoltre state ridotte.

La raccolta firme per il referendum era stata lanciata dal comitato denominato "No a questo diritto di adozione", che comprende esponenti di UDC, PPD (tra cui il consigliere nazionale ticinese Marco Romano) e Unione democratica federale (UDF). Il loro timore è che l'istituzione del matrimonio venga messa in pericolo e che il bene del bambino non venga più messo al primo posto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS