Tutte le notizie in breve

Nel 2015 le aziende agricole in Svizzera hanno segnato un nuovo calo: ne sono state censite 53'232, ovvero 814 in meno rispetto all'anno prima (-1,5%). La superficie agricola utile totale è rimasta stabile, gli impieghi sono calati del 2,3% su un anno.

Lo rileva l'Ufficio federale di statistica (UST) in un comunicato odierno. La diminuzione del numero di aziende agricole riguarda in particolare quelle di piccole e medie dimensioni, mentre quelle di oltre 30 ettari sono sempre più numerose (+1,9%). La progressione del numero di aziende biologiche (6244) è stata nuovamente confermata (+0,8%), ma la tendenza è meno pronunciata rispetto a quanto osservato tra il 2013 e il 2014 (+2,4%).

Per quanto riguarda le superfici coltivate, che corrispondono al 38% della superficie agricola utile (SAU), a farla da padrone sono i cereali (144 100 ha), in particolare il grano (82 300 ha). Tra le altre colture (38 200 ha, ovvero il 4% della SAU), la vigna occupa 13 200 ettari e i frutteti 7 200 ettari.

Per quanto concerne l'occupazione, lo scorso anno 155 200 persone erano impiegate in un'azienda agricola, il che corrisponde a un calo del 2,3% rispetto all'anno precedente. Quasi due terzi dei posti erano occupati da uomini (63,6%). La famiglia resta la colonna portante dell'azienda agricola: fornisce infatti il 79,6% della manodopera. L'impiego a tempo parziale, tipico dell'agricoltura svizzera, riguardava più di una persona su due (55,1%). L'età media dei capi azienda ha continuato a crescere e ha raggiunto i 50,3 anni.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve