Tutte le notizie in breve

Le Istituzioni sociali svizzere per persone andicappate (INSOS) rendono attenti sulla liberazione di un condannato per delitti sessuali e sulla sua possibilità di cercare nuovamente un posto di lavoro nel settore pedagogico.

L'organizzazione vuole attirare l'attenzione sul tema delle assunzioni "problematiche".

"Non vogliamo mettere nessuno alla gogna", ha detto all'ats il direttore di INSOS Peter Saxenhofer. Per questo motivo non sono state fornite informazioni personali sul soggetto in questione. Lo scopo è semplicemente invitare i soci a prestare la massima attenzione nel momento dell'assunzione di personale.

L'uomo in questione ha scontato una lunga pena detentiva per abusi sessuali. Gli era anche stato vietato lo svolgimento di determinati lavori, un divieto che però ora verrà tolto. Si tratta di una persona attiva nel settore dell'ortopedagogia e della psicopedagogia.

Nei regolamenti dell'INSOS è previsto che il personale venga scelto con attenzione attraverso un controllo scrupoloso di certificati e referenze.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve