Tutte le notizie in breve

La sede della cassa malattia a Puilly VD

Keystone/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

Assura archivia il 2015 nelle cifre rosse: a causa dell'aumento delle richieste di rimborso, nell'ambito dell'assicurazione di base, la cassa malattia vodese ha infatti registrato una perdita di 258 milioni di franchi.

Lo indica lo stesso assicuratore in una nota, nella quale annuncia che dal 2017 avrà un nuovo direttore generale.

La perdita subita dalla filiale Assura-Basis, comparto che si occupa dell'assicurazione malattia di base, è stata interamente assorbita dalle riserve accantonate negli esercizi precedenti. Queste ultime - indica la compagnia - sono tuttora sufficienti e superiori al minimo legale.

Quella dello scorso anno è stata una perdita "eccezionale", "che non dovrebbe ripetersi", ha indicato all'ats Eric Bernheim, direttore generale ad interim di Assura. A provocarla è stata la concomitanza di tre fattori: l'ingente aumento degli effettivi (+300mila nuovi assicurati nell'assicurazione di base tra il 2014 e il 2015), un aumento delle richieste di rimborso (+27% rispetto all'anno precedente) e un forte incremento della compensazione dei rischi (+30,4%).

A inizio febbraio la compagnia aveva già reso noto i dati relativi al fatturato, in progressione del 20% rispetto all'anno precedente nell'assicurazione di base a 2,43 miliardi di franchi.

Assura annuncia anche di aver trovato un nuovo direttore generale, che succederà dal primo gennaio 2017 a Bernheim: si tratta di Ruedi Bodenmann, attualmente alla testa dell'assicuratore basilese Sympany.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve