Tutte le notizie in breve

Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) fa sapere che dalla metà di maggio ad oggi è aumentato il numero di persone che hanno lasciato la Svizzera per seguire il jihadismo. Censiti in totale 76 casi.

Si tratta di due casi in più di un mese fa, precisa il SIC. Partiti dal territorio confederato tra il 2001 e adesso, queste persone sono state o si trovano ancora nelle zone di conflitto: 21 di esse sono decedute - per 14 c'è la conferma - mentre altre 13 (10 casi confermati) sono di ritorno in Svizzera.

Dei 76 jihadisti censiti, 29 erano in possesso della nazionalità elvetica, 17 della doppia nazionalità. Il SIC segnala inoltre che 62 persone si sono dirette in Siria e Iraq, le altre 14 in Somalia, Afghanistan e Pakistan.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve