Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due giovani di 19 e 17 anni sono stati accoltellati stamane su un treno in Austria da un 60enne tedesco poi arrestato, e la polizia esclude categoricamente che che l'aggressione sia un atto terroristico.

I fatti sono avvenuti nello stato occidentale di Vorarlberg, alle 6:30, a bordo di un convoglio diretto a Bregenz, al confine con la Svizzera. L'aggressore è stato arrestato nella stazione di Sulz, 30 chilometri a sud di Bregenz.

Secondo alcune fonti il tutto è cominciato con una lite. Il ferito 19enne è stato colpito allo stomaco e alla schiena, mentre il 17 al collo. L'aggressore "non è un rifugiato ed è disturbato mentalmente", per cui "possiamo senza dubbio escludere l'atto terroristico", ha sottolineato un portavoce della polizia, Horst Spitzhofer.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS