Tutte le notizie in breve

Auto in vendita (archivio)

KEYSTONE/AP/BRENNAN LINSLEY

(sda-ats)

Le vendite di auto nuove in Svizzera sono calate in luglio, per il quinto mese consecutivo: le immatricolazioni sono scese (rispetto allo stesso mese del 2015) del 13,7% a 26'074. Nel periodo gennaio-luglio sono state consegnate 184'111 vetture (-4,1%).

Luglio - osserva l'associazione degli importatori Auto-Svizzera in un comunicato odierno - presenta una flessione nei confronti di un corrispondente mese dell'anno scorso molto dinamico e con due giorni lavorativi in più, ma si è pur sempre mostrato migliore della media dall'inizio del nuovo millennio (25'679 veicoli).

"Ci aspettavamo un arretramento più marcato", afferma il presidente di Auto-Svizzera, François Launaz, citato nella nota. "Siamo sorpresi in positivo che il mercato si stia sviluppando in modo stabile".

Particolarmente apprezzata rimane la trazione integrale: in luglio le vendite delle 4x4 hanno raggiunto quota 10'943 (-6,7%). Il segmento dei motori alternativi (-4,3% a 1130) rimane ancora di nicchia.

Volkswagen rimane la casa automobilistica di gran lunga più gettonata in Svizzera, con 22'935 vetture comprate, davanti a BMW (14'408), Mercedes (13'833), Skoda (12'457), Audi (10'596), Renault (8518), Opel (7751) e Ford (7641).

Nel confronto con lo stesso periodo del 2015 si rileva come diversi marchi siano riusciti a contenere il calo o addirittura ad aumentare le vendite: vanno citati Mercedes (+2%), BMW (-1%), Renault (-5%), Volkswagen (-6%) e Skoda (-6%).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve