Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Baden-Württemberg teme che si stia delineando una rotta migratoria verso Nord attraverso la Svizzera (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/TI-PRESS/CARLO REGUZZI

(sda-ats)

Il Baden-Württemberg teme che si stia delineando una rotta migratoria verso Nord attraverso la Svizzera.

Stando a quanto riportato dal quotidiano tedesco "Südkurier", il ministro dell'Interno Thomas de Maizière sarebbe stato invitato a rafforzare i controlli alle frontiere meridionali, al confine con la Confederazione.

Thomas Strobl (CDU), ministro dell'interno del Land del Baden-Württemberg, ha chiamato in causa il collega a Berlino senza usare mezzi termini: "è chiaro che si sono aperte nuove rotte di contrabbando", avrebbe scritto in una missiva in possesso del giornale.

Strobl sollecita un aumento delle forze della polizia federale tedesca nella regione di confine e una verifica di come sia possibile procedere a controlli di persone alle frontiere nel rispetto degli accordi di Schengen. "La situazione genera preoccupazione nella regione e io lo capisco benissimo".

Secondo dati pubblicati dalla polizia federale tedesca, sono sempre di più i migranti che viaggiano in treno o autobus illegalmente attraverso la Svizzera per raggiungere il Baden-Württemberg.

In giugno sono state censite 1008 persone, in luglio 1065. In aprile i migranti in transito illegalmente in Svizzera erano ancora solo 293.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS