Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bangladesh: nuova legge su spose bambine, decidono genitori (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/EPA/ABIR ABDULLAH

(sda-ats)

Orrore e condanne da parte delle organizzazioni per i diritti umani dopo l'approvazione in Bangladesh di una nuova legge che consente alle minori di 18 anni di sposarsi per volontà dei genitori in "circostanze particolari e per il loro bene".

Il punto contestato da attivisti e ong, oltre all'abbassamento dell'età, è proprio questo perchè la legge non chiarisce quali siano queste condizioni e lascia troppo spazio all'interpretazione. Il timore delle organizzazioni per i diritti umani, scrive la Cnn sul suo sito, è che i genitori possano costringere le ragazze vittime di stupro a sposare i loro violentatori. Il governo bengalese ha difeso il provvedimento dichiarando di avere fiducia nei giudici e nei tribunali locali che dovranno valutare le "circostanze particolari".

Secondo i dati diffusi da Human Rights Watch, il Bangladesh ha la più alta percentuale di spose bambine di tutta l'Asia. Il 52% delle donne nel Paese si sposano entro i 18 anni, rivela l'Unicef. E il 18% di queste sono spose già a 15, una delle più alte percentuali al mondo.

SDA-ATS