Tutte le notizie in breve

Occupazione in aumento

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

L'occupazione ha continuato a progredire in Svizzera: nel primo trimestre 2016 è cresciuta dello 0,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. In Ticino l'incremento è stato del 4,7% su un anno.

Tuttavia la situazione è diversa a seconda del ramo, con una diminuzione dell'1,6% nel settore secondario e un aumento dell'1,3% nel terziario. Lo indicano i primi risultati provvisori della statistica dell'impiego revisionata, realizzata dall'Ufficio federale di statistica (UST): "per ragioni tempistiche e tecniche" i dati definitivi verranno pubblicati a inizio giugno, precisa l'UST.

Nel primo trimestre la Svizzera contava 4,878 milioni di addetti, (+0,6% su un anno). Espresso in equivalenti a tempo pieno, il volume di addetti è cresciuto dello 0,2%, con una retrocessione dell'1,8% nel settore secondario e un aumento dello 0,4% nel terziario.

Calcolata al netto delle variazioni stagionali, l'occupazione è rimasta stabile (0,0%) rispetto al trimestre precedente: il settore secondario segna una flessione dell'1,1%, mentre quello terziario cresce dello 0,1%.

Su base annua, nel primo trimestre 2016 gli addetti totali sono aumentati in cinque delle sette Grandi Regioni (Lemano, Espace Mittelland, Svizzera nordoccidentale, Zurigo, Svizzera orientale, Svizzera centrale e Ticino). A sud delle Alpi essi sono passati da 218mila a 228mila. Nel secondario si assiste a un calo in tutte le regioni. Nel terziario sono aumentati dappertutto tranne che nella Svizzera nordoccidentale.

Per quanto riguarda il Ticino, l'incremento dei posti di lavoro nel primo trimestre dell'anno è stato del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Concretamente i posti di lavoro supplementari sono circa 10'200. In calo dell'1,2% (-600 unità) il settore secondario, mentre nel terziario la crescita è stata del 6,5% (+10'900 posti). Rispetto all'ultimo trimestre 2015 gli addetti sono aumentati dell'1,2% (+2'700 posti): -0,5% nell'industria (-300 unità) e +1,7% nei servizi (+2'900 unità).

L'UST ha recentemente cambiato il modo di calcolare gli addetti (o posti di lavoro), si tratta ora di tutte le persone impiegate in Svizzera con un reddito, sottoposto ai contributi AVS, di almeno 2.300 franchi annui, in aziende dei settori secondario e terziario.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve